A distanza di un anno è ancora impossibile ascoltare i programmi regionali RAI nel Sarrabus

Sembra incredibile, ma a distanza ormai di quasi un anno dalle prime segnalazioni, i radioascoltatori del Sarrabus non possono ancora ricevere i programmi regionali di Radio 1. Arriva intanto l’ufficialità per la chiusura di tutti gli impianti in onde medie compresi i 1062KHz da Decimoputzu.

La frequenza di 89.10MHz trasmessa da Minniminni e che copre centri come Villasimius, Castiadas, Costa Rei, Solanas non consente da giugno 2021 la ricezione del GR Sardegna e degli altri programmi regionali. Tale emissione infatti durante la programmazione regionale resta collegata alla rete nazionale. Nonostante le segnalazioni da parte di diversi utenti in tutto questo periodo nulla è cambiato.
Non è l’unico caso di frequenza nell’isola abbandonata a se stessa: tra audio basso e segnali intermittenti che riguardano soprattutto i ripetitori secondari, si ha l’impressione che il menefreghismo dell’azienda di Stato non interessi solo le onde medie.
A tal proposito, proprio oggi è trapelata l’ufficialità della chiusura di questo servizio. Non un vero e proprio comunicato, ma solo una data inserita tra le righe di una pagina della sezione del sito RAI dedicata all’accesibilità (Easy Web) in cui si spiega che a partire dal giorno 11 settembre 2022, a causa delle chiusura delle onde medie le audiodescrizioni saranno disponibili solo sui canali audio del digitale terrestre.
Ancora poche settimane ed il trasmettitore di Decimoputzu operante sugli storici 1062KHz sarà quindi definitivamente spento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.