Le modifiche sul digitale terrestre di ieri 20 ottobre

La giornata di ieri 20 ottobre 2021 ha visto una prima tappa a livello nazionale di una delle procedure atte alla liberazione della banda di 700MHz, frequenze adottate dalle tv che dovranno invece essere impiegate per il 5G.
E chiariamolo da subito. Questo è solo l’inizio.

Le modifiche sostanziali hanno riguardati i canali RAI, ma contrariamente a molte errate aspettative da parte degli utenti, non ci sono stati nuovi importanti canali in HD e la qualità delle emittenti, a causa dell’aumento della compressione video è generalmente peggiorata.  Su questi aspetti, che evidenziano per lo più una delusione da parte degli utenti ci ritorneremo con uno specifico articolo.

Sono stati eliminati i pacchetti dei canali (in gergo mux) diffusi sui ch 41(RAI Mux 4) , 49 (Rai Mux2) e del 45 (RAI mux 5) quest’ultimo trasmesso solo da Urbara.

Restano quindi attivi:

  • Il mux1 in VHF, composto ancora da RAI1, Rai2, Rai3 Sardegna, Rai News ed i tre canali radio principali . In questo mux, temporaneo, le emittenti sono trasmesse in risoluzione sd e con formato di compressione video compatibile anche con televisori molto vecchi. In questa frequenza non ci sono state modifiche.
  • Il mux A sul ch 43 di cui ora fanno parte Rai Sport + HD, Rai 1 HD, Rai 4,Rai Movie, Rai Premium, Rai Gulp, Rai YoYo
  • Il mux B sul ch 47 di cui ora fanno parte Rai 2 HD, Rai 3 HD, Rai 5, Rai Storia, Rai Sport, Rai Scuola, RTV San Marino

Su questi ultimi due mux sono finite quindi parte delle emittenti presenti sul ch 41 o sul ch 49. Oltre al cambio di frequenza, la differenza rispetto al passato è che vengono ora trasmesse con la codifica mpeg-4 che non significa necessariamente trasmettere in HD ma richiede un televisore compatibile con il formato HD (da qui le aspettative deluse da parte di molti utenti, che pensavano che il requisito implicava una trasmissione in alta definizione).

Leggi Anche  Rottamate le frequenze del Mux1 TCS e Mux2 Videolina

Sul mux B è stata inoltre inserita in seguito ad accordi stipulati con la RAI l’emittente RTV San Marino, che contrariamente a quanto mostrato dal logo HD trasmette con risoluzione standard sd.
Oltre ad un generale peggioramento della qualità video, ci sono state diverse lamentele per la perdita delle emittenti radio della RAI. Ora infatti le uniche presenti sul Mux1 sono Rai Radio1, Rai Radio2 e Rai Radio 3.

Sul fronte Mediaset i canali  TgCom 24, Mediaset Italia 2, Boing Plus sono stati convertiti al nuovo formato mpeg-4 mentre Mediaset Italia 2 è stata trasferita dal mux Mediaset 3 al mux Dfree. Le tre reti ammiraglie sono ancora presenti anche con la risoluzione standard ma con l’identificativo “provvisorio”.
Infine è stata attivata la versione HD del Canale 20 Mediaset, che rappresenta quindi l’unica vera novità in HD della giornata appena trascorsa che sarà ricordata non tanto per le novità, ma per la delusioni e le aspettative mancate da parte degli utenti per via probabilmente, di una comunicazione non perfetta, che ha lasciato passare un messaggio sbagliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.