– Web e Radio il punto della situazione

Data di pubblicazione: 6/7/2010

Immagine RidimensionataCon questo articolo, come ormai accade da diversi anni vogliamo fare il punto della situazione sulla presenza delle emittenti isolane in internet.
Non parleremo solo di siti web e di streaming, ma cercheremo inoltre di capire se le emittenti hanno cavalcato l’onda dovuta del successo di social network come Myspace o Facebook.

Non tratteremo per il momento le web radio presenti solo in rete, poiché è scontato che queste ultime presentino in genere un miglior approccio al web, essendo questo l’unico loro mezzo di trasmissione. Sulle web radio sicuramente ci sarà a breve uno specifico articolo per elencare le ultime novità del settore.

Cominciamo con il dire, che non mancano ancora una volta siti internet non più aggiornati, tuttavia a differenza del passato, spesso in questi casi lo streaming dell’emittente risulta ancora funzionante.
Molti i siti realizzati solo come riferimento per lo streaming, pochi quelli invece dove invece si va oltre proponendo immagini degli speaker dell’emittente, guestbook, e altro ancora.
In alcuni casi, si veda ad esempio, Radio Press, si fa largo uso di blog più o meno ufficiali gestiti dagli stessi autori dei programmi.
Molte emittenti valorizzano le pagine presenti sui Facebook, alcuni con un semplice link alla pagina ufficiale ma in altri casi come ad esempio per Radio Macomer è possibile inviare commenti per gli iscritti di Facebook direttamente nel sito dell’emittente.

Va detto che si nota anche una certa dispersione di contenuti sui social network, infatti mentre le emittenti riportano sul sito la pagina Facebook ufficiale vengono realizzati altri gruppi e pagine da parte di speaker, o in alcuni casi da semplici ascoltatori amanti della radio
Infine la tendenza è quella comunque di un abbandono di Myspace a favore di Facebook. Raro invece l’utilizzo, se non un timido tentativo per alcuni di una presenza su Twitter, piattaforma molto seguita negli USA ma che in Italia stenta a decollare.

Per quanto riguarda le comunitarie ci sono alcune novità:
Radio Bonaria https://www.radiobonaria.it/Default.asp, si presenta con un sito aggiornato e ben curato. Assente lo streaming, ci sono ampie notizie, storia della radio e fotografie. Queste ultime disponibili solo per gli utenti registrati.

Anche il sito di Radio Kalaritana https://www.radiokalaritana.it/ è ben curato, ed inoltre in questo caso è possibile l’ascolto online.

Leggi Anche  - Mediaset diffida Vcast

Segue nell’articolo completo. Cliccare su leggi tutto

Immagine Ridimensionata
Streaming attivo anche per Radio Vita Nuova, https://www.radiovitanuova.org

Male invece per l’emittente di Muravera, Radio La Voce nel cui sito lo streaming e la webcam non risultano più funzionanti.

Non risulta funzionante, probabilmente solo un problema temporaneo, l’ascolto online di Radio Barbagia

Tra le altre novità, da segnalare il sito internet della piccola RCT da Teulada (CA) Radio Carmine teulada: https://www.rct.altervista.org/

Radio Planargia infine sul dominio https://www.radioplanargia.it/ mostra una pagina bianca, mentre il dominio https://www.radioplanargia.com mostra un semplice sito con alcune foto di Bosa e poco altro.

Passando al Cagliaritano, da notare che il sito https://www.emmedueradio.it riporta direttamente alla pagina myspace dell’emittente.
Spazio che non sembra però aggiornatissimo, in quanto le ultime informazioni riportate risalgono a dicembre 2009.
Lo streaming raggiungibile su https://www.capoterra2000.it/RADIO/ non risulta funzionante. Decisamente aggiornata e seguita è invece la pagina su Facebook.

Nuovo sito rispetto alla precedenti segnalazioni anche per l’emittente di Radio Golfo Degli Angeli . Realizzato con una grafica semplice, la navigazione è piuttosto intuitiva. Tuttavia non è possibile ascoltare online l’emittente.

Novità anche per Radio Studio One . Il sito è stato rinnovato ed ora oltre allo streaming è presente l’elenco delle frequenze con la mappa della copertura. Sono presenti inoltre alcuni dati di ascolti. Il sito pur essendo semplice sembra rivolgersi più agli inserzionisti che agli ascoltatori.

Passando al sulcis-iglesiente, ribadiamo ancora una volta che il sito di Radio Arcobaleno non risulta più aggiornato e non è possibile ascoltare online l’emittente.

Nel sito di Radio Luna alcuni contenuti non sono aggiornati dal febbraio 2010 ma lo streaming risulta perfettamente funzionante e spesso segnalato durante la programmazione dell’emittente.

Radio Star pur non avendo un sito ufficiale trasmette online tramite il servizio Ustream.
Immagine Ridimensionata
L’emittente di Sant’Antioco Radio in, presenta un sito web raggiungibile all’indirizzo
https://www.radioin1015.it
Il sito è semplice, realizzato con un cms (Joomla e template), tuttavia assolve al suo scopo. Riporta la principale programmazione e la consueta pagina dei contatti.. L’ascolto via streaming anche se disponibile non funziona. Si nota una certa lentezza nella navigazione e l’indicizzazione sui motori di ricerca sembra decisamente migliorabile. Sono state pubblicate inoltre numerose immagini fotografiche.

Leggi Anche  - Rallenta il digitale terrestre nella Valle D'Aosta

L’emittente Radio Cuore di Oristano, è raggiungibile all’indirizzo https://www.radiocuore.net/
Un semplice spazio web che condensa in una pagina piuttosto ordinata i programmi principali dell’emittente e i modi per contattare gli uffici e la redazione.
Uno dei pochi casi, in cui nella pagina non è riportato nessun riferimento a Facebook o Myspace ed in effetti l’emittente non sembra avere riferimenti di questo tipo.
Da sottolineare che è possibile ascoltare la radio in streaming.
Anche in questo caso come per tante altre emittenti, l’emissione avviene in wma, che sembra pertanto essere da un po’ tutti preferito rispetto ad altri codec.

https://www.radiosardinia.it/ questo il sito di Radio Sardinia, che si presenta con uno spazio web di tutto rispetto. Lo streaming è perfettamente funzionante (via wma)
Alcune pagine sono tuttavia incomplete ed il caricamento è risultato un po’ troppo lento.
Immagine Ridimensionata
Restiamo nel medio campidano per parlare di Radio Studio 4 raggiungibile all’indirizzo: https://www.radiostudio4.it/
L’emittente di Villacidro ci sorprende graficamente e colma gli spazi nella pagina con notizie di alcuni artisti o gruppi musicali.
Bene, l’audio in formato AAC+, buona l’idea di informare l’utente di scaricare il plugin AAC, ma l’indicazione nell’angolo in alto a destra risulta essere troppo nascosta.
Non mancano il link alla pagina su Facebook che risulta parecchio attiva. L’impressione è di trovarsi di fronte ad un’emittente giovane dedicata a questo target. Purtroppo ci si dimentica delle informazioni basilari, infatti la pagina web non riporta la frequenza di trasmissione e la zona di copertura dell’emittente!

Ritorniamo in provincia di Cagliari, per presentare il sito di Radio Stella da Selargius.
Emittente che dal 9 giugno abbandonerà Radio Cuore ed è raggiungibile al sito internet: https://www.radiostella.biz/
Buona la grafica, la navigazione sembra piuttosto intuitiva ma ci sono ancora diverse pagine da completare. Il sito sarà sicuramente completato nei prossimi giorni.

L’emittente di Tortolì, Radio Studio 101 https://www.radiostudio101.it/, si presenta con uno spazio piuttosto semplice ma perfettamente efficace.
Inoltre lo streaming funziona perfettamente,
In questo caso, come già abbiamo visto per Radio Cuore non è presente nessun riferimento a siti come Facebook. Tuttavia sul social network è comunque presente una pagina dedicata alla radio con oltre 600 iscritti.

Un cenno all’emittente di Alghero Radio Onda Stereo, il cui servizio di streaming è l’unico ad utilizzare la piattaforma Microsoft Silverlight.
E’ tuttavia possibile anche l’ascolto diretto attraverso un semplice link. Nel momento in cui scrivo il servizio non funziona, probabilmente sarà ripristinato al più presto.

Leggi Anche  Teletirreno Sardegna, finalmente il ritorno! - News regione - notizie

Non risulta più aggiornato il sito internet dell’emittente di Sassari, Radio Venere, presente comunque su Myspace.

Pur non avendo nessun sito internet, è da segnalare la presenza su Facebook da parte di Rama Sound. Purtroppo al momento questa è l’unica risorsa che lega l’emittente con la rete.

Vi segnaliamo il sito in costruzione di Radio Tharros raggiungibile all’indirizzo: https://www.radiotharros.it/ ed il My space dove si trovano i riferimenti per contattare l’emittente (trasmette online ma il player presenta per il momento diversi problemi di compatibilità con alcuni browser).

Immagine Ridimensionata
Per tutte molte emittenti non citate nell’articolo, ad esempio Radiolina, Sintony, Internazionale, Studio 2000 e altre ancora non possiamo che confermare quanto avevamo già espresso in precedenti articoli. Streaming e siti web risultano perfettamente funzionanti. Infatti in questo articolo abbiamo volutamente trattato solo le novità ed i problemi riscontrati rispetto alle nostre precedenti segnalazioni.

In conclusione:
Chi ci segue da diverso tempo, avrà avuto modo di vedere come con il passare dei mesi numerose emittenti abbiano scoperto o riscoperto un certo interesse verso il web.
In alcuni casi è stata una riscoperta o un rilancio perché dopo la pubblicazione e qualche aggiornamento il sito è stato abbandonato. Windows Media Encoder sembra il codec più utilizzato, con discreta qualità audio a 64kbit/s. Non mancano però emittenti in AAC e mp3. Nessuna traccia di formati aperti come ad esempio Ogg Vorbis.

Le funzioni Guestbook, forum e similari sono ormai rimpiazzate in molti casi dalla presenza dell’emittente su Facebook, tuttavia non bisogna scordarsi che non tutti sono iscritti a questo social network. Va preso atto come questo possa comunque essere un ottimo strumento per un contatto diretto con il pubblico, sopratutto verso i giovani ma non può sostituire del tutto un sito web.