– Stop alle risorse per la banda larga in Sardegna

Data di pubblicazione: 6/18/2008

Internet

Immagine Ridimensionatafonte regione Sardegna

CAGLIARI, 06 GIUGNO 2008 – “Il Governo Berlusconi ha tagliato le risorse per lo sviluppo della banda larga. Infatti con il decreto legge n. 93 del 27 maggio 2008 è stato soppresso lo stanziamento di 50 milioni di euro per la diffusione della banda larga e la riduzione del Digital divide, e di quello di 20 milioni per il passaggio alla Tv digitale terrestre.

Gli effetti per la Sardegna potrebbero essere particolarmente gravi, infatti verrebbe cancellato l’accordo di programma stipulato l’11 aprile 2008 tra il Ministro Gentiloni e il Presidente Soru che destinava 22 milioni di euro per completare l’infrastrutturazione in fibra ottica dell’intero territorio regionale e quindi dotare i cittadini e le imprese sarde dei servizi a banda larga ad alta velocità (Adsl full).

Questa decisione del Governo nazionale rischia di vanificare gli sforzi della Giunta regionale di fare della Sardegna la prima Regione italiana interamente “digitalizzata”, con ripercussioni negative sulla possibilità di un nuovo sviluppo incentrato sui processi di modernizzazione e sul pieno utilizzo delle nuove tecnologie dell’era digitale”.

Leggi Anche  Norvegia, uno switch-off parziale - Editoriali - notizie