Sei sulla pagina » Home Page » Forum » Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze. [Digitale terrestre]

SardegnaHertz

Annunci

Annunci



Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi


« 1 2 (3) 4 5 »




Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#21
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
23/10/2007 22:43
Ultimo accesso:
Ieri alle 23:56
Da Cagliari.
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi: 2489
Non In Linea
Citazione:

cristian ha scritto:
Ma lui viaggia nel futuro
Piuttosto ma per la storia delle criticità riscontrate nella legge di bilancio si sa qualcosa?

A quanto pare, con un PNAF dove l'assegnazione delle frequenze coordinate destinate agli operatori locali è frutto di una simulazione al programma (sulla base di modelli matematici non pienamente corrispondenti alle reali situazioni propagative di un dato segnale), in non pochi casi si sta scherzando col fuoco.

Premesso che la redazione del PNAF in oggetto è avvenuta durante il Regime renziano, mai ostile fino in fondo alla riduzione del numero degli operatori locali così come voluto da Arcore, resta troppo stringente il limite dei 4 operatori locali per area tecnica.

Solo nell'ultima Delibera, che conferma il PNAF redatto a Maggio, il nuovo Regime - finalmente legastellato - ha iniziato a metterci mano, con ragionevolezza: al momento solo per Lombardia e Campania, gli operatori locali saranno 5 e non 4. Non è da escludere che ciò possa avvenire anche per le altre aree tecniche, e neppure da escludere che possano aumentare a più di 5, sulla base del razionale uso di frequenze anche non coordinate, ma con le opportune limitazioni.

Grave il fatto che nessuno abbia avuto da ridire, in merito alle sette frequenze coordinate per gli operatori locali in Sardegna, sul rischio di interferire alcuni segnali francesi in Provenza (Marsiglia) e in Occitania (Montpellier), così come lo stesso UHF 23 in Tunisia (Biserta).
Forse, in sede di simulazione al programma, sottovalutano Badde Urbara e Serpeddì...
E sono grane con Francia e Tunisia qualora venissero usate quelle sette frequenze così come indicato dal PNAF. Ma voglio credere e sperare che qualcuno (operatori tv in Sardegna prima di tutto) si svegli prima di ricevere la fregatura ministeriale.

E poi, la RAI stessa. Possibile che in questi 2 mesi non si siano resi conto che due VHF D - 177,5 MHz - con contenuto sostanzialmente diverso fra Limbara e Monte Serra, stessa polarità, con lo specchio d'acqua tirrenico sotto!, non possono convivere d'amore e d'accordo 12 mesi l'anno?

Inviato il :13/7/2018 17:23
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#22
Studente
Studente


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
8/4/2010 11:36
Ultimo accesso:
Ieri alle 11:23
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 110
Non In Linea
Radio digitale. Alto Adige: la copertura DAB+ della RAS a livelli record, mentre si procede con progressivi spegnimenti degli impianti FM

da "Newslinet.it":

Poiché l’Alto Adige è una parte d’Italia decisamente diversa da tutte le altre, non può certo sorprendere la recentissima notizia che la RAS (Radiotelevisione Azienda Speciale) della provincia di Bolzano ha ampliato ulteriormente la sua rete trasmissiva radiofonica DAB+ con la messa in esercizio di impianti trasmissivi presso le postazioni di Solda e di Plan. Grazie ai suoi 92 impianti digitali, la RAS serve così ora ben il 99,6 percento della popolazione dell’Alto Adige con 22 programmi radiofonici di eccellente qualità.
Anche la rete radiofonica digitale delle emittenti locali è stata potenziata: sono infatti 13 le Radio private che possono essere ricevute in qualità DAB+ in Valle Aurina, Fundres, Solda, Plan, San Pancrazio, Valle di Braies e alta Val Pusteria. In questo modo il 95 per cento della popolazione altoatesina è raggiunta non da 22 ma da 35 programmi radiofonici digitali DAB+.
Dato poi che ormai grazie al DAB+ possono essere ricevuti su tutto il territorio provinciale molti programmi radiofonici di miglior qualità e che molte famiglie qui possiedono un apparecchio radiofonico digitale, la RAS procede con la disattivazione degli impianti FM (incredibile ma vero): questa volta toccherà ad altri 22 impianti in Modulazione di Frequenza relativi ai programmi Ö1, ORF Radio Tirol, Ö3 e Radio Rumantsch presso sette postazioni ricetrasmittenti. Ciò consentirà di ridurre i costi d’esercizio e di manutenzione.
Per la diffusione sul territorio provinciale di 3 programmi FM, infatti, la RAS gestisce ben 212 impianti di trasmissione, mentre sono sufficienti 92 ripetitori per la diffusione di 22 programmi radiofonici digitali. Rapportando il numero degli impianti al numero dei programmi diffusi, emerge che la Radio digitale DAB+ è molto più efficiente e i costi d’esercizio per ogni programma radiofonico possono essere ridotti di oltre il 90% rispetto alla FM.
Tutto ciò senza contare che gli impianti FM della RAS hanno raggiunto, e in alcuni casi superato, i 30 anni di esercizio e per proseguire la regolare gestione delle reti sarebbe necessaria una progressiva sostituzione.
Lo spegnimento degli impianti FM (di cui questo periodico ha già dato notizia un anno fa) consentirà infine di utilizzare gli apparecchi dismessi come pezzi di ricambio per gli impianti ancora in esercizio; la copertura base del segnale FM sarà infatti comunque ancora garantita per chi non possiede una radio digitale DAB+ e nei luoghi di spegnimento la ricezione FM resterà possibile tramite postazioni più distanti. (M.R. per NL)

Inviato il :11/12 17:11
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#23
Studente
Studente


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
8/4/2010 11:36
Ultimo accesso:
Ieri alle 11:23
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 110
Non In Linea
DTT. Emendamento Governo a legge Bilancio 2019: scadenze prorogate, almeno una frequenza con copertura al 90% alle locali. Gara per ulteriore capacita’ nazionale. VHF condivisa tra tv e radio

da "NewsLinet.it":

Alle locali andrà “capacità trasmissiva” (e pertanto, al pari delle nazionali, formalmente non diritti d’uso, come del resto era ovvio) su almeno un canale UHF con copertura del 90% della popolazione dell’Area Tecnica (che non necessariamente, lo ricordiamo, corrisponde alla regione) e pertanto, presumibilmente, frequenze UHF e VHF infraregionali o comunque con livelli di servizio inferiori, con inevitabile configurazione di mux di serie A, B e forse C.
Sostanzialmente tutte le scadenze di cui all’art. 1, comma 1031, L. 205/2017, vengono prorogate: quelle al 30/09/2018 (in quanto non rispettate) slittano al 31/03/2019; quella del 28/02/2019 è spostata al 30/06/2019; il nuovo decreto relativo al calendario di liberazione dei canali (dal 01/02/2020 al 31/12/2021), infine, sarà aggiornato dal Ministero dello Sviluppo Economico entro il 15/04/2019.

Viene introdotto l’obbligo di must carry per almeno un programma sul mux regionale RAI a favore degli operatori di rete titolari dei diritti d’uso dei canali UHF 51 e 53, che dovranno essere liberati prima degli altri per esigenze di coordinamento internazionale. Testuale la proposta governativa: “L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dispone le modalità e le condizioni economiche, orientate al costo, secondo cui il concessionario del servizio pubblico nel multiplex contenente l’informazione regionale ha l’obbligo di cedere una quota della capacità trasmissiva assegnata, comunque non inferiore a un programma, nel periodo transitorio, a favore di ognuno dei soggetti legittimamente operanti in ambito locale assegnatari dei diritti d’uso dei CH 51 e 53 alla data di entrata in vigore della presente legge che rilasciano i rispettivi diritti d’uso nel periodo transitorio ai sensi del seguente comma 1032″.



Inviato il :21/12 13:21
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#24
Dottore
Dottore


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
2/5/2006 22:39
Ultimo accesso:
8/2 12:30
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Editor
Messaggi: 599
Non In Linea

Inviato il :8/2 10:42
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#25
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
23/10/2007 22:43
Ultimo accesso:
Ieri alle 23:56
Da Cagliari.
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi: 2489
Non In Linea
AGCOM: Delibera 39/19/CONS e relativi allegati (1 e 2; il terzo, relativo ai vincoli radioelettrici delle frequenze pianificate in questa prima fase, non è stato ancora pubblicato): questo il nuovo PNAF in arrivo.

Anche stavolta devo studiarmelo, e individuarne eventuali criticità.

Ad una primissima occhiata, più che altro legata a ciò maggiormente di nostro interesse - la sorte degli operatori di rete locali - si riduce lo spazio essi dedicato, almeno nella prima fase (quella attuativa, senza i correttivi ancora da stilare), ma ciò non impedirà che ve ne saranno più dei 2 o 3 previti nella nostra area tecnica. Ripeto, devo vedere cosa cambierebbe alla lice dell'attuale PNAF uscito ieri.

Inviato il :8/2 10:48
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#26
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
23/10/2007 22:43
Ultimo accesso:
Ieri alle 23:56
Da Cagliari.
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi: 2489
Non In Linea
Allegato 1 alla mano, del nuovo PNAF appena uscito, pare finalmente risolto il problema relativo alle future frequenze del mux 1 RAI in aree tecniche adiacenti.

Pare che l'ottavo mux nazionale pianificato venga destinato proprio al primo multiplex del servizio pubblico, coi TG regionali. Impiegherebbe solamente 5 frequenze UHF (da noi il 43), nella penisola ogni singola frequenza dovrà coprire 2 regioni confinanti (esempio: nel Lazio e in Toscana è previsto il solo UHF 30, corrispondente a un unico mux 1 RAI con entrambe le Rai 3 delle rispettive regioni. Chi abita a Roma avrebbe non solo Rai 3 TGR Lazio ma anche Rai 3 TGR Toscana, così come a Firenze avrebbero non solo Rai 3 TGR Toscana ma anche Rai 3 TGR Lazio). Soluzione che evita tragiche sovvrapposizioni fra i mux 1 di regioni radioelettricamente confinanti via terra o via mare (da qui i fondati timori che ho avuto negli scorsi PNAF).

Per spiegare meglio come sarebbe configurato l'ottavo mux nazionale pianificato (destinato al mux 1 RAI) ho redatto una mappa basata su quanto previsto dall'allegato 1 della Delibera 39/19/CONS:

Allega file:



png  N8 Delibera 39 19 CONS.png (107.24 KB)
317_5c606c9674b0a.png 1632X2112 px

Inviato il :10/2 19:25
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#27
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
23/10/2007 22:43
Ultimo accesso:
Ieri alle 23:56
Da Cagliari.
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi: 2489
Non In Linea
E, per meglio spiegare il concetto:

Allega file:



png  N8 Delibera 39 19 CONS Versioni mux 1 RAI.png (146.75 KB)
317_5c606f4de2178.png 1632X2112 px

Inviato il :10/2 19:37
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#28
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
23/10/2007 22:43
Ultimo accesso:
Ieri alle 23:56
Da Cagliari.
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi: 2489
Non In Linea
Dunque, 15 versioni del mux 1 RAI.

a condividere la versione del mux regionale sarebbero:

- Sicilia e Calabria
- Puglia e Basilicata
- Toscana e Lazio
- Piemonte e Lombardia
- Emilia Romagna e Veneto

Fortunatamente la Sardegna avrebbe la sua versione del mux 1 RAI, con una sola Rai 3, quella col TGR Sardegna.

Inviato il :10/2 19:42
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#29
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
4/4/2008 12:10
Ultimo accesso:
Ieri alle 18:49
Da san gavino monreale
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 2683
Non In Linea
magari nelle versioni "accoppiate", ci saranno 2 rai 3, una per ogni regione.. ma in sardegna, le locali potranno avere gli stessi mux oppure ci saranno accorpamenti o consorzi??

Inviato il :11/2 9:23
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#30
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
20/5/2006 14:03
Ultimo accesso:
14/2 0:18
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Editor
Messaggi: 1031
Non In Linea
Mi sembra già di sentirle le lamentele perché a Roma uno si ritrova con RAI 3 Toscana al tasto 3 del telecomando. Poi certo, la LCN basta disattivarla 😉
P.S. Mivar, nella cartina hai annesso il dipartimento di Nizza alla Liguria. Non è un bel periodo per i rapporti con la Francia, non ti ci mettere pure tu 😂

Inviato il :11/2 9:41
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto







Puoi vedere le discussioni.
Non puoi iniziare una nuova discussione.
Non puoi rispondere ai messaggi.
Non puoi modificare i tuoi messaggi.
Non puoi cancellare i tuoi messaggi.
Non puoi aggiungere nuovi sondaggi.
Non puoi votare nei sondaggi.
Non puoi allegare file ai messaggi.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.
Non puoi utilizzare tipo di discussione.
Non puoi utilizzare la sintassi HTML.
Non puoi utilizzare la firma.
Non puoi creare pdf.
Non puoi stampare la pagina.

Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 490
Ultimo: losceriffo

Utenti online:
visitatori : 6
registrati : 0
Bots : 10
Totale: 16

Lista online [Popup]