Sei sulla pagina » Home Page » Forum » Forum - Tutti i messaggi

SardegnaHertz

Annunci

Annunci

Sardegnahertz Indice del forum


Home page » Tutti i messaggi (mivar_63)




Re: Nova Tv
#21
Nobel
Nobel


E a proposito di Nova Tv... ecco qualche screenshot di Nova Tv nei primissimi anni 90, ricevuta via tropo da Minorca.

Fonte: https://www.flickr.com/photos/tim_ande ... 6156213/with/16731093090/

Allega file:



jpg  16370985364_66b9cb5cff_o.jpg (1,488.07 KB)
317_5ca6b8b423c88.jpg 1800X1350 px

jpg  16991976432_5e8edc0a4f_o.jpg (1,598.66 KB)
317_5ca6b909150db.jpg 1800X1350 px

jpg  16992485481_5a7601b04b_o.jpg (1,670.08 KB)
317_5ca6b93a5547f.jpg 1800X1350 px

Inviato il :5/4 4:11
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#22
Nobel
Nobel


Come già avevo previsto: nell'Elenco siti candidati, alla pagina 71 del pdf in allegato, in Sardegna risulta ancora pianificato Cagliari - Castello:

https://www.agcom.it/documents/10179/1 ... -5d4b0121a1d1?version=1.0

Ovviamente ridondante per servire Cagliari ove prevista la diarchia Serpeddì - Capoterra, diventa invece un outsider nel caso di un operatore a copertura esclusivamente cittadina (e con modulazione QPSK o 16QAM, in modo tale da essere ricevibile anche da chi punta l'antenna verso le altre due postazioni serventi Cagliari) che non può permettersi lo sbarco sul Serpeddì.

Inviato il :21/3 15:28
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Rai 3 TGR Sardegna sul satellite Eutelsat 5 West A
#23
Nobel
Nobel


Citazione:

alex86or ha scritto:
Utenza in mobilità? Quale? Quanti ad oggi utilizzano il digitale terrestre in mobilità e quanti invece utilizzano l'IPTV?

I più logici i primi, i più fessi i secondi.

Citazione:

alex86or ha scritto:
A parte che ormai tutti abbiamo piani telefonici con parecchio traffico dati ma poi c'è un altro discorso ovvero la ricezione, quanti hanno un impianto per la ricezione in mobilità adatto e quanta distanza puoi percorrere prima che il segnale digitale degradi o non sia ottimale?

E perché uno deve sprecare il proprio traffico dati per fruire di un servizio che in DVB-T/T2 è gratuito?
In realtà non serve chissà quale complicato impianto per poter ricevere il DVB-T/T2 in mobilità: basterebbe un'unica antenna stiliforme omnidirezionale per banda I, II (FM), e III+IV+V (TV). Niente amplificazioneovviamente.

Citazione:

alex86or ha scritto:
Prendo esempio la 131 da Cagliari ad Oristano con la connessione del cellulare segnale perfetto, senza antenne aggiuntive e altre spese, praticamente sfrutto il piano tariffario che ho attivo senza ulteriori spese. Con il digitale terrestre invece il segnale non è stabile, ci sono molti buchi di copertura, il mux 1 non è in SFN e in mobilità è quello che si riceve con più difficoltà. L'unico che è un po' stabile è il mux5 Rai che si riceve perfettamente sino all'altezza di Uras. In pratica è impossibile guardare in modo decente i canali nazionali e locali sul digitale terrestre cosa invece possibile tramite connessione mobile visto che la copertura lungo la tratta è totale.

E certo, per il semplice fatto che gli operatori telefonici hanno una rete di celle cento volte più capillare di una rete DVB-T/T2...
Altrimenti la copertura sarebbe pari.
Ma ovviamente si investe sulla telefonia, bidirezionale e ben più lucrosa...

Citazione:

alex86or ha scritto:
Sui ricevitori satellitari ormai sono presenti in quasi tutti i televisori, certo non hanno funzioni particolari, ma la qualità è molto più elevata rispetto ad un ricevitore esterno, sopratutto con i canali 4K e ovviamente per chi vuole semplicemente vedere i canali nazionali in alta definizione e/o in 4K non deve acquistare nessun ricevitore satellitare esterno visto che non sono nemmeno molto economici.

Trovami una tv col blindscan e col multistream, poi ne riparliamo.

Inviato il :13/3 14:28
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Rai 3 TGR Sardegna sul satellite Eutelsat 5 West A
#24
Nobel
Nobel


Citazione:

alex86or ha scritto:
Hanno attivato pure Radio1 Sardegna. Su quel satellite vengono trasmessi parecchi feed che alimentano le postazioni terrestri. Se fosse trasmesso in un formato compatibile con i normali ricevitori non avrebbero senso nemmeno le postazioni terrestri e Tivusat sui 13°est per le tv nazionali.

Dimentichi l'utenza in mobilità (DVB-T/T2, non via IP); se togliessero le tv nazionali dalla diffusione terrestre, come farebbero a seguirla (se non consumando i giga del proprio piano tariffario)?

La soluzione di comodo che già esiste da un decennio è sfruttare la connessione IP fra ricevitore (ovviamente con sistema operativo basato su Linux) e cellulare, così è possibile accendere il proprio ricevitore, cambiare canale, ecc... direttamente dal proprio smartphone in qualunqie parte del mondo come se fossimo a casa nostra.

Ma siamo punto e a capo: consumiamo traffico del nostro piano tariffario. Perchè fare i fessi?

Capitolo standard di trasmissione: il multistream consente di veicolare più transponder sulla stessa banda dove un tempo ce ne stava solo uno. Ovviamente, la somma di questi transponder è pari o leggermente superiore rispetto al single stream.
Tecnica attuabile e prevista anche nel DVB-T2 (PLP, ovvero phisical layer pipe), che non sarebbe male implementare visti i timori del ridursi degli operatori locali e regionali.

Capitolo ricevitori: un tempo prerogativa del broadcast e immediatamente dopo di poche e scomode schede per PC, la ricezione in multistream è da alcuni anni possibile anche dai ricevitori consumer aventi sistema operativo basato Linux.
I primi e più affidabili modelli che mi vengono in mente adatti allo scopo sono marchiati Octagon, e vari utenti hanno compilato numerose immagini (varianti del software, con funzionalità le più disparate per blindscan, per registrazioni, per tv connessa, ecc...) e numerosi setting (transponder e liste canali precompilate da caricare via usb) sempre aggiornati e adatti alle varie tipologie di utenza.
Consiglio caldamente le immagini aventi funzionalità multistream, blindscan, 4:2:2, card virtuale, e BISS per decriptare alcuni feed.
Tutti i ricevitori Octagon sono compatibili anche col DVB-S2X (come il transponder sui 33.0 E con le versione Swisse di TF1, TFX e Telemontecarlo in francese).

Inviato il :12/3 22:17
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Rai 3 TGR Sardegna sul satellite Eutelsat 5 West A
#25
Nobel
Nobel


Citazione:

Ralph ha scritto:
E' stato acceso (in chiaro) il canale Rai 3 TGR Sardegna sul satellite Eutelsat 5 West A, a 5° Ovest.
Ma che senso ha una cosa del genere?

https://it.kingofsat.net/detail-rai3tgrsardegna.php

Ovviamente in multistream (serve ricevitore compatibile) come quasi tutte le altre versioni di Rai 3 regionali, serve da back-up per alimentare la rete terrestre in caso di disservizi della dorsale regionale terrestre.

Inviato il :11/3 22:21
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#26
Nobel
Nobel


Citazione:

torakiky ha scritto:
Confermo quanto scritto da Monnyx, abito vicino a Monti, ma anche io non lo ricevo da molto tempo.
Mivar, si può sapere la tempistica di passaggio al T2 per noi sardi?

Mentre è in dubbio il passaggio al DVB-T2, è praticamente una certezza il passaggio al codec video MPEG-4, con le emittenti nazionali (generalistiche e tematiche) tutte in HD assieme alle principali emittenti regionali. Non mancheranno canali a definizione standard, sopratutto a vocazione commerciale, ma col nuovo codec il video impegnerà metà banda rispetto all'MPEG-2. Già ora alcune emittenzi a vocazione commerciale, nazionali, hanno il video in MPEG-4.

Inviato il :14/2 14:58
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#27
Nobel
Nobel


Citazione:

monnyx ha scritto:
Citazione:

mivar_63 ha scritto:
[quote]
Finchè tengono accesa almeno una frequenza dell'intera rete, non perdono la concessione.

Poi, ovviamente, il tutto andrebbe a ridiscutersi in sede di graduatoria.

Scusa Mivar, qual è la frequenza accesa?

Dovrebbe essere acceso il solito UHF 30 da Limbara. A meno di fatti sucessivi.

Inviato il :13/2 21:37
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#28
Nobel
Nobel


Eccoci alla questione delle altre 3 frequenze per i nostri operatori locali citate nel PNAF, gli UHF 41, 28 e 34.

L'UHF 41, previsto per la Rete Locale di I Livello (copertura 90% popolazione) come frequenza per le sole province di OR, NU e SS, in realtà non potrebbe essere utilizzato nella provincia di Oristano: un'eventuale accensione di un 41 da Badde Urbara andrebbe a compromettere (com'è già ora che c'è la seconda rete del mux 4 RAI) l'emissione da Montpellier del mux francese R7. Per queste ragioni, giustamente, NON può essere impiegato nelle province di CA, CI e VS. In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a TELE OLBIA (Limbara), telegì (Sassari) e catalan tv (Alghero) sostituendo in pratica l'UHF 25.

L'UHF 28, previsto per la prima Rete Locale di II Livello per la sola provincia di Nuoro, è in realtà utilizzabile anche nelle province di SS (restrizione per Limbara verso Nizza) e OR (restrizione per Badde Urbara verso Nizza e Tunisia). In un contesto di pianificazione ideale, resterebbe una frequenza assegnata a TELESARDEGNA ma solo per le province di OR NU e SS, con le dovute - leggere - restrizioni che non inficierebbero sulla copertura effettiva.
Anche stavolta, per queste ragioni, giustamente, NON può essere impiegato nelle province di CA, CI e VS.

L'UHF 34, previsto per la seconda e ultima Rete Locale di II Livello per la sola provincia di Nuoro, è in realtà utilizzabile in tutta l'Isola (con le dovute restrizioni, per esempio dal Serpeddi non potrebbe irradiare in direzione Sicilia per non compromettere la locale emissione del mux nazionale n.11, probabilmente DFree) eccetto a Sassari e comuni limitrofi per non interferire il mux R3 dalla Corsica. Per quest'ultima ragione, un'eventuale accensione da Limbara sarebbe limitata ad irradiare nella sola parte orientale della provincia (da La Maddalena, passando per Olbia, fino a sud). In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a TELESARDEGNA per le province di CA, CI e VS, e al defunto TCS Mux2 solo da Limbara (di cui diverrebbe l'unica frequenza: la rete verrebbe rimaneggiata degli impianti di Cagliari, Capoterra e Sassari).

E le frequenze non pianificate? Quelle che non sono state oggetto di interesse del PNAF?

Come detto, nella fase attuativa, testo alla mano, verranno impiegate SOLO frequenze coordinate.

Sucessivamente, sperando che la forzatura dei consorzi obbligatori non vada in porto, dopo i previsti ricorsi alla magistratura e via discorrendo, entrerebbero in scena le frequenze non pianificate.

Eccole, in un ipotetico scenario, quello ideale, quello giusto:

UHF 22: in realtà utilizzabile in tutta la Sardegna, con Serpeddì che non può irradiare verso Malta, e Badde Urbara e Limbara non possono irradiare verso Nizza. In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a TCS.

UHF 23: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.11 (probabilmente DFree) nelle sole province di OR, NU e SS. Essendo libera nelle province meridionali, da Carloforte andrebbe assegnata a TELEMARISTELLA, essendo il Sulcis isolato dalle province settentrionali.

UHF 24: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.11 (probabilmente DFree) nelle sole province di CA, CI e VS. Essendo libera nelle province settentrionali, da Badde Urbara (con restrizione verso sud in modo da non interferire nel medio campidano) e da Nuoro potrebbe essere assegnata al VIDEOLINA2, ora moribondo dopo il passaggio di SUPER TV al mux TELESARDEGNA.

UHF 25: in realtà utilizzabile in tutta la Sardegna, con Serpeddì che non può irradiare verso Malta, e Badde Urbara e Limbara non possono irradiare verso Nizza. In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a Videolina.

UHF 27: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.12 (E7, BeS, o chissà chi altri...) nelle sole province di OR, NU e SS. Essendo libera nelle province meridionali, a CA, CI e VS (con le dovute restrizioni per non irradiare verso le province settentrionali) andrebbe assegnata a Tesar.

UHF 29: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.9 (probabilmente Mediaset3) nelle sole province di CA, CI e VS. Essendo libera nelle province settentrionali, a OR, NU e SS (con le dovute restrizioni per non irradiare verso le province meridionali) andrebbe assegnata a CANALE ITALIA 1.

UHF 30: In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a Canale 40 per la provincia di CI, e per le province di NU e SS (con alcune restrizioni verso Lazio e Toscana per non interferire il locale mux 1 RAI) a GalluraChannel. Non utilizzabile nella provincia di Oristano.

UHF 31: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.12 (E7, BeS, o chissà chi altri...) nelle sole province di CA, CI e VS. Essendo libera nelle province settentrionali, a Badde Urbara e a Ussaramanna (con le dovute restrizioni per non irradiare verso le province meridionali) andrebbe assegnata a Tesar.

UHF 33: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.10 (probabilmente CAIRO DUE) nelle sole province di OR, NU e SS. Essendo libera nelle province meridionali, a CA, CI e VS (con le dovute restrizioni per non irradiare verso le province settentrionali) andrebbe assegnata a CANALE ITALIA 1.

UHF 35: non utilizzabile nelle province di CA, CI (eccetto il Sulcis), VS e OR, in un contesto di pianificazione ideale andrebbe assegnata a Tesar per coprire le province di NU e SS.

UHF 38: in realtà è pianificata per il mux nazionale n.9 (probabilmente Mediaset3) nelle sole province di OR, NU e SS. Essendo libera nelle province meridionali, a CA, CI e VS (con le dovute restrizioni per non irradiare verso le province settentrionali) andrebbe assegnata a CANALE ITALIA 2.

UHF 39: pianificata per la Rete Locale di I Livello per le sole province di CA, CI e VS, in realtà utilizzabile in tutta la Sardegna, con Serpeddì che non può irradiare verso Malta, e Badde Urbara e Limbara non possono irradiare verso Nizza. In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a Sardegna Tv (Sardegna1, ndr).

UHF 44: in un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a GalluraChannel per le province di CA, CI, VS, OR. Ad ogni modo, Serpeddì e Badde Urbara avrebbero restrizioni verso la Sicilia (per non interferire la locale emissione del mux nazionale n.4, probabilmente Rete A1 ovvero il nuovo TIMB2) ma non tali da compromettere l'effettiva copertura. Non utilizzabile nella parte occidentale della provincia di SS.

UHF 45: in un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a CANALE ITALIA 2 nelle province di OR, NU e SS. Badde Urbara non può irradiare verso Nizza e la Tunisia, Limbara non verso Nizza. Per questo motivo, la frequenza non sarebbe utilizzabile nelle province di CA, CI (eccetto il Sulcis) e VS.

UHF 48: anche quest'ultima frequenza non sarebbe utilizzabile nelle province di CA, CI (eccetto il Sulcis) e VS, e neppure nella provincia di OR. In un contesto di pianificazione ideale, andrebbe assegnata a canale 12 (Sassari) e alla defunta alguer tv (Alghero).

Come si evince, con l'utilizzo razionale delle frequenze (quelle disponibili, e con sistemi radianti ottimizzati), anche stavolta ci sarebbe spazio per tutti, senza onerosi consorzi che farebbero male all'emittenza locale.

Se avete domande, o per chiarimenti, chiedete pure.

Inviato il :13/2 20:53
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#29
Nobel
Nobel


Citazione:

monnyx ha scritto:
Tesar? Mux spento da anni e hanno ancora diritto a qualcosa?

Finchè tengono accesa almeno una frequenza dell'intera rete, non perdono la concessione.

Poi, ovviamente, il tutto andrebbe a ridiscutersi in sede di graduatoria.

Inviato il :13/2 19:01
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#30
Nobel
Nobel


Citazione:

satellite ha scritto:
leggevo di ferretti: spero che 7gold faccia domanda per avere una frequenza anche qui in sardegna, visto che non è riuscita a comprarne per ora..

Se utilizzassero anche le frequenze non coordinate - coi dovuti limiti radioelettrici - lo spazio ci sarebbe solo se Tesar rinunciasse a coprire la citta metropolitana di Cagliari, o se Canale Italia rinunciasse a uno dei due mux.

Più tardi, torno sulla questione delle altre 3 frequenze per i nostri operatori locali citate nel PNAF, gli UHF 41, 28 e 34.

Inviato il :13/2 14:42
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto



« 1 2 (3) 4 5 6 ... 226 »



Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 496
Ultimo: ValterCrobu

Utenti online:
visitatori : 8
registrati : 0
Bots : 9
Totale: 17

Lista online [Popup]