Sei sulla pagina » Home Page » Forum

SardegnaHertz

Annunci

Annunci

messaggio di report*
Codice di verifica*

Se l'immagine non è chiara, premere qui per aggiornare.


Inserire le lettere visualizzate nell'immagine
Il codice non è sensibile a Maiuscole/minuscole
Numero massimo di tentativi: 10
 

Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.

Elemento: Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
BY mivar_63 su 12/2/2019 21:41:19

Citazione:

torakiky ha scritto:
Anche io ho letto da qualche parte, che il Rai mux1 dovrebbe essere in UHF.

Lo accenna in più passaggi la Delibera 39/19/CONS, ovvero l'ultimo PNAF appena redatto.

Citazione:

torakiky ha scritto:
Addio alle nostalgiche Fracarro 4 e 6 elementi?? Vedremo..

Non è detto; mal che vada, Algeria in PAL B (mondiali di calcio gratis) e poi DAB. Purtroppo.

Passiamo ora al punto nevralgico del PNAF: gli operatori locali.

Come detto, ulteriormente ridotti gli spazi per quest'ultimi a favore del dodicesimo mux nazionale (in k-SFN) per non scontentare i vari Di Stefano, Federico, Garbo, Ferretti, e chi più ne ha ne metta.

Sarà quello in fase di assegnazione più conteso, dando per scontata la sorte degli altri 11.

L'intenzione del PNAF è costringere gli operatori di rete e i fornitori di contenuti a consorzi obbligati.

E' una medaglia, come tale ha un dritto e un rovescio.

Per l'area tecnica 18, la nostra, l'Allegato 1 a pagina 19 prevederebbe UNA SOLA rete a copertura regionale per tutta la Sardegna... è assurdo! SOLO UNA, così come avviene nelle altre aree tecniche. Tale tipologia di rete viene classificata come Rete Locale di I livello.

precisamente: UHF 39 per le province di CA CI e VS, UHF 41 per le province di OR NU e SS.

Troppo poca. E il consorzio che arriverebbe secondo in graduatoria? No problem, si fa per dire, in base all'Allegato 2 del PNAF ecco due Reti Locali di II livello. UHF 28 e 34. Copertura? Solo l'attuale provincia di NU. Senza nessuna possibilità di espansione.

Va precisato che il PNAF appena redatto pianifica esclusivamente l'uso di frequenze coordinate.

Non è da escludere, infatti, che un razionale e preferibile utilizzo delle risorse frequenziali anche fra le non pianificate, con le dovute limitazioni, consentirebbe la sopravvivenza di altri operatori senza la forzatura dei consorzi obbligatori (che, contrariamente allo scopo per cui verrebbero strutturati, andrebbero a far aumentare i costi per i fornitori di contenuti provinciali, come Canale 40, telegì, canale 12, TELE OLBIA, ecc...).

Partiamo dalle frequenze pianificate per noi dal PNAF

Perchè l'UHF 39 SOLO nelle province di CA, CI e VS? Perchè non nelle province di OR, NU e SS?
Certo, c'è da salvaguardare Nizza (ove da Monte Albano sul 39 emettono un loro mux) e Malta (ove un 39 sostituirà frequenze oggi in banda V). Ma un sistema radiante a Badde Urbara e sul Limbara col nullo radioelettrico (o una forte restrizione dell'ERP) verso Nizza, e da Serpeddì nullo o restrizione verso Malta, risolverebbe i problemi, rendendo piemanete utilizzabile l'UHF 39 anche nelle province di OR, NU e SS.
Nella pianificazione ideale, l'UHF 39 resterebbe ad appannaggio di Sardegna Tv (Sardegna1, ndr).

Più tardi esporrò i casi delle altre 3 frequenze in oggetto, gli UHF 41, 28 e 34.


Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 499
Ultimo: IS0AMW

Utenti online:
visitatori : 15
registrati : 0
Bots : 3
Totale: 18

Lista online [Popup]