Sei sulla pagina » Home Page » notizie » Aggiornamenti - SKY - Mediaset arrivano i canali vetrina - notizie

SardegnaHertz

Annunci


(1) 2 3 4 ... 44 »
Aggiornamenti : SKY - Mediaset arrivano i canali vetrina
cristian Inviato il 19/4/2018 23:06:10

Prime conseguenze dell’accordo commerciale Sky – Mediaset. Sul digitale terrestre sono sbarcati i canali vetrina di SKY.

Infatti dal giorno 19 aprile sono visibili, sul digitale terrestre per chi dispone di una tessera Mediaset Premium, i canali Sky Uno, (LCN 318) e Sky Sport (LCN 374 ed una copia su LCN 319). I due canali sono trasmessi in definizione standard sul mux Mediaset 3 sulla frequenza di 642MHZ – CH 42.
Per gli amanti dello sport, fortunatamente, Sky Sport è sintonizzabile anche nella versione HD, (LCN 379) all’interno del mux mediaset 3 e quindi ricevibile sulla frequenza di 538 MHz – CH 29.


I canali sono disponibili, non sono per gli abbonati attivi, ma anche per chi dispone semplicemente di una tessera Mediaset Premium, con abbonamento scaduto.
La visione di tutta la programmazione del canale sportivo di SKY richiede l’attivazione gratuita, da effettuarsi sulla pagina https://landing.sky.it/guarda-sky compilando i vari campi, ed inserendo il numero della tessera di Mediaset Premium che sarà gratuitamente attivata per la visione dei canale sportivo. In alternativa è possibile l’attivazione attraverso il numero 800944444.

La programmazione inoltre è diversa da quella presente sui canali satellitari, anche se il palinsesto durante qualche fascia oraria può coincidere ed è prevista comunque la trasmissione dei principali eventi sportivi.
Ma è sopratutto doveroso notare, come si tratti di una soluzione temporanea, i canali saranno spenti il 3 giugno.

Per il momento sono quindi da considerare dei semplici canali vetrina, con i quali SKY spera di attirare ulteriori potenziali consumatori verso i propri pacchetti. I dettagli di quanto accadrà a giugno, non si conoscono, ma si tratterà certamente di una vera e propria offerta commerciale.

Per i più esperti diciamo che per fare posto ad i nuovi canali ed assicurare una buona qualità video, sono stati eliminati joi+24 e premium Sport 2 HD mentre Premium Action non trasmette più in HD. Infine Premium Stories è stato trasferito al mux Mediaset1.


Per questi motivi è altamente consigliata una nuova sintonia dei decoder o del televisore.

L’accordo tra le parti prevede anche la presenza di Mediaset Premium sul satellite: a partire da maggio saranno disponibili Premium Cinema HD, Premium Cinema +24 HD, Premium Cinema Energy HD, Premium Cinema Emotion HD e Premium Cinema Comedy HD.

I canali in questo caso saranno visibili solo per gli utenti con pacchetto Sky Cinema e pacchetto Sky HD.

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Nessun Commento
News regione : Maltopsissa e Radio Libere a Macomer
cristian Inviato il 27/3/2018 10:00:00

Sabato 24 marzo si è svolta a Macomer nel centro intermodale un’importante manifestazione “Maltopsissa e Radio Libere”.
Organizzata dall’associazione culturale Maart, è stata l’occasione per ricordare la memoria di Sandro Sechi, fondatore di Macomeradio e di Azzurra TV, deceduto nel 2005 mentre rientrava in auto da un servizio giornalistico per la RAI.

Una delle prime emittenti libere della cittadina fu nel ‘75 Radio Sardegna Centrale. Trasmise con pochi watts, attraverso un impianto che venne realizzato dallo scomparso Virgilio Ligia.


Terminata questa esperienza, fu la volta nel 1979 di Macomeradio che irradiava notizie, conRadio Tele Marghine

numerose dirette sportive oltre a quelle del consiglio comunale.
Nello stesso anno, nacque Radio Macomer Centrale, tutt’ora diretta da Roberto Melis e l’unica ancora in attività.

Seguirono Radio Sardegna Giovine e Radio Tele Marghine che chiusero insieme a Macomeradio nel 1994/95 in quanto non ottennero la concessione Ministeriale.

La giornata di sabato, ha visto un folto pubblico ed è stata l’occasione per i protagonisti del periodo di rivivere ancora un grande emozione, con lo stesso entusiasmo di oltre 40 anni fa.

Altre foto della manifestazione (si ringrazia Cristian Fadda) sono visibili sulla nostra pagina Facebook.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Nessun Commento
Editoriali : aumentano nell'isola i disturbi LTE
cristian Inviato il 21/3/2018 18:15:08

Negli ultimi mesi, arrivano frequentemente richieste in privato tramite telefono o mail da parte di utenti di diversi comuni che lamentano la parziale o totale impossibilità di ricezione dei canali televisivi.
Nella stragrande maggioranza dei casi, in seguito ad ulteriori contatti, è emerso che le cause dei problemi possono essere riassunti in questo modo:
- 70%  attivazione di un ponte 4G LTE e conseguente revisione o modifica dell’impianto di ricezione.
- 20%  impossibilità della ricezione per un guasto nel ponte televisivo e  conseguente segnalazione all’emittente interessata.
- 5%    impossibilità  tramite antenna terrestre di una ricezione accettabile.
- 5%    altro o problema non risolto

A questo si aggiunge la difficoltà di ricezione in presenza di propagazione tropo, che avviene soprattutto nei mesi estivi, segnalata da diverse parti della regione. Le statistiche si riferiscono però alla stagione invernale appena trascorsa.

filtro LTE

In merito al penultimo punto, potrà stupire i non addetti ai lavori, ma confermiamo che vi sono ancora località dove si rende obbligatorio l’utilizzo della parabola satellitare. Non si tratta solo di zone rurali, ma anche di rioni o vie all’interno di centri abitati, che per la presenza di ostacoli orografici non possono disporre di una ricezione terrestre accettabile. L’ultima segnalazione di questo tipo riguarda alcune vie del comune di Dorgali.

Ma vogliamo approfondire il primo punto. Il problema come sappiamo è noto già da anni, ed è dovuto all’attivazione da parte dei gestori telefonici di ponti radio 4G operanti nella cosiddetta  banda 20, a 800MHZ .
Il motivo per il quale tale problematica è emersa in maggior misura in questi ultimi mesi è dovuto a mio avviso all’attivazione, nei piccoli centri dell’isola, di nuovi ponti da parte dei gestori telefonici operanti proprio su questa banda.
Ricordo inoltre che il 4G invece viene impiegato anche su bande di 1800 e di 2400MHz che non causano tuttavia problemi di ricezione.
Dopo aver coperto le grandi città, la compagnia sta attivando questo servizio anche nei centri minori dell’isola. Spesso non viene innalzato un nuovo ponte, ma l’attivazione avviene su un traliccio telefonico già esistente. 
Una lista parziale delle segnalazioni negli ultimi 60 giorni comprende i comuni di Orotelli (NU), Arbus (SU) con una trentina di famiglie coinvolte, Berchidda (SS), Villasalto (SU), Ittiri (SS), Putifigari (SS), Muravera (SU).

Ma chiariamo un aspetto fondamentale, la compagnia telefonica rispetta la legge e non ha alcuna responsabilità in tal senso. Il problema è dell’utente che dovrà dotare il proprio impianto di opportuni filtri LTE, ed è particolarmente sentito in presenza di amplificatori a banda larga.


Se nella stessa direzione in cui è puntata l’antenna, o comunque nella vicinanze della propria abitazione,  si intravede la presenza di un ripetitore telefonico, il primo controllo da effettuare sarà proprio quello di accertarsi della presenza o meno di interferenze dovute ad un possibile trasmettitore LTE. E’ quindi consigliabile affidarsi ad un professionista serio per il controllo e la modifica del proprio impianto.

Il sito http://www.helpinterferenze.it/, realizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Fondazione Bordoni, permette qualora si tratti di questo problema, di fare una segnalazione  e ricevere gratuitamente l’intervento di un’antennista.  Ho inviato una richiesta di informazioni via mail, per ottenere la conferma sul funzionamento dello stesso, ma purtroppo non ho ottenuto risposta. Come riporta il sito in tutta Italia risultano attivi 30.625 impianti operanti in LTE, ed in Sardegna dal 2013 ad oggi ci sono state 363 segnalazioni e 197 interventi.

aggiornamento: Il servizio HelpInterferenze ha risposto alla nostra mail in 9 giorni, confermando il funzionamento. Le segnalazioni possono essere effettuate al seguente link: https://servizio.helpinterferenze.it/Call.html#new

Rango: 9.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Nessun Commento
News regione : Elezioni: speciale notiziario quartese in diretta su tre radio
cristian Inviato il 3/3/2018 19:59:09

ELEZIONI: SPECIALE NOTIZIARIO QUARTESE IN DIRETTA SU TRE RADIO

Domenica 4 marzo a partire dalle ore 23 RSE Radio Sant’Elena in contemporanea su Radio Kalaritana e Radio Golfo degli Angeli vi racconteranno la lunga notte elettorale con uno speciale del Notiziario Quartese., gli exit poll, le proiezioni e i primi dati.

Le voci dei candidati, i collegamenti con le redazioni dei principali quotidiani e siti di informazione sardi e ospiti in studio per scoprire il risultato delle elezioni politiche 2018.

Il programma sarà condotto da Andrea Matta. In regia, Davide Toro. In redazione Maria Luisa Secchi e Alessandro Atzeni.elezioni_quartu

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Nessun Commento
News regione : Addio Nova Televisione
cristian Inviato il 3/3/2018 15:27:24

Con l’eliminazione del segnale dal mux TCS pare sia ormai giunta al termine l’agonia dell’emittente oristanese Nova TV. Non è una perdita di poco conto. Parliamo di un’emittente storica, che per tanto tempo ha rappresentato la voce di Oristano in tutta l’isola, con una serie di programmi autoprodotti, che può vantare di aver valorizzato e trasmesso in diretta la Sartiglia, quando l’evento, a differenza di oggi, veniva trascurato dal resto delle stazioni televisive regionali.


La crisi dell’emittente ha radici lontane e tra alti e bassi si è protratta per anni. Personalmente ritengo che due siano i fattori principali che ne hanno decretato la chiusura:
- la crisi economica, generalizzata nell’isola che permette solo alle aziende più grandi di investire risorse pubblicitarie, dirottandole inoltre verso la platea più grande costituita dalle poche emittenti regionali (con molto ottimismo uso il plurale) che garantiscono ancora dei riscontri nelle masse.
- una crisi precedente dell’emittente mai sanata durante gli anni e amplificata con il digitale terrestre, che per via dalla strampalata numerazione LCN, ha determinato una perdita di interesse da parte di inserzionisti e telespettatori.


La fase conclusiva dell’emittente è iniziata nel novembre 2017 quando  il mancato pagamento degli stipendi aveva portato all’estrema conseguenza delle dimissioni da parte dei tre tecnici e dei giornalisti dell’emittente oristanese. Poi per un breve periodo la ripresa delle trasmissioni seppur con repliche di vecchi programmiInfine dal mese di gennaio in video compariva l’immagine bloccata su un singolo fotogramma.
Gli altri passaggi chiave sono stati nel 2008 la cessione al gruppo Profit di tutta la rete trasmissiva, vedi il nostro articolo http://www.sardegnahertz.it/html/modu ... S/article.php?storyid=574, acquistato poi successivamente da Canale Italia.

Gli oristanesi possono ancora sintonizzare l’emittente locale Super Tv (qui http://www.sardegnahertz.it/html/modu ... S/article.php?storyid=788 la nostra intervista nel 2010 con il direttore Gianni Ledda) Il suo palinsesto  consiste in una programmazione culturale riguardante la Sardegna, valorizzazione della lingua lingua sarda ed informazione locale dalla provincia di Oristano. Inoltre l’emittente diversi programmi di tipo cattolico religioso del circuito Telepace.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Nessun Commento
(1) 2 3 4 ... 44 »

Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 1011
Ultimo: adovar

Utenti online:
visitatori : 6
registrati : 0
Bots : 2
Totale: 8

Lista online [Popup]