Sei sulla pagina » Home Page » Forum » Re: Radio: quali scenari futuri? [Varie Radio]

SardegnaHertz

Annunci

Annunci



Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi


« 1 (2)




Re: Radio: quali scenari futuri?
#11
Guru
Guru


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
24/10/2011 23:15
Ultimo accesso:
Ieri alle 18:53
Da Nord Sardegna
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 992
Non In Linea
Questo riguarda le locali, condivido al punto che potrei averlo scritto io ma, giuro, non è così.


http://www.newslinet.com/radio-defaul ... vince-golia-colpa-davide/

Questo punto in particolare, mi ricorda una certa radio regionale oramai estinta da tempo, che non citerò per pietà... :

"sin dagli anni ’90 tutti a comprare processori audio costosissimi, regie automatiche di ultima generazione e il microfono uguale a quello usato da Albertino.
Poco importava se alla fine di tutte queste spese non restava più nulla per pagare il personale; però il suono era molto simile a quello di Radio Dee Jay (senza considerare che molte orecchie comuni non sono in grado di distinguere esattamente le varie sfumature di un audio)."

Inviato il :27/9 20:43
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: Radio: quali scenari futuri?
#12
maestro
maestro


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
31/1/2006 15:10
Ultimo accesso:
Ieri alle 17:31
Da Cagliari
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 399
Non In Linea
Io la chiamo "selezione naturale" vista l'incapacità di certi editori (con tutto il rispetto per chi editore lo è seriamente) che hanno la brutta abitudine o attitudine di fare i gradassi e di non pagare e non rispettare il personale o il collaboratore. Rimpiazzano facilmente gli speaker con programmi preconfezionati e distribuiti via Internet con la convinzione che l'ascoltatore è disattento e basta solamente "far suonare la radio".
Per i pseudo editori la colpa è sempre degli altri e dei Grandi network ma la realtà non è quella raccontata da loro e Viva la radio quella vera e non quella improvvisata.
L'esperienza trentennale o quarantennale non va confusa con chi fa la stessa cosa da quarantanni come quarantanni fà.
La tecnologia aiuta nell'automatizzare certi processi lavorativi e ripetitivi. Internet aiuta nelle dirette e nei trasferimenti dei materiali in formato digitale, ma non sostituisce il ruolo di autore che cura i contenuti e lo speaker che informa e intrattiene l'ascoltatore in maniera cross mediale (radio, sms, web, whatsapp e social network) dove il dialogo con l'ascoltatore è bidirezionale e in tempo reale.

I contenuti vanno curati e "geolocalizzati" in base al proprio bacino di utenza.
Promuovere per 30 secondi un negozio di abbigliamento è facilmente superabile con una pagina facebook del negozio che sia ben curata e aggiornata. Ma la radio cosa può fare per aumentare l'attenzione dell'utente più che la visibilità del negozio? È questo, secomndo me, che l'editore si deve chiedere.
Aumentare la visibilità (accendere nuove fx) è come urlare una qualsiasi cosa anche poco interessante alla gente. È come avere un proprio sito web perché su Internet ci sono miliardi di utenti connessi ma poi in realtà quanti utenti visitano il tuo sito e quanti ci ritornano? Stessa cosa vale per la radio.
Per un modesto negozio di abbigliamento della piccola provincia X che senso ha farsi sentire alla radio per 30 secondi anche nella lontana grande città capoluogo, e qiundi contro la maggiore offerta del commercio della grande città e l'avvento delle vendite online?
Allora devi giocare con altre iniziative interessanti e motivando l'ascoltatore e creando interesse e valore a quello che proponi in FM/Streaming.

Buona radio ai pochi Editori che sapranno ancora esserci nel fantastico mondo della radio.

Inviato il :29/9 17:15
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: Radio: quali scenari futuri?
#13
Nobel
Nobel


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
4/4/2008 12:10
Ultimo accesso:
Ieri alle 22:15
Da san gavino monreale
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 2461
Non In Linea
Credo che sia un po cio che sta cercando di fare radio internazionale di olbia, coinvolgendo la realta del suo territorio.. spero che con le iniziative che stanno portando avanti riescano a risollevare le sorti della loro emittente, sarebbe una gran bella cosa..

Inviato il :29/9 17:50
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: Radio: quali scenari futuri?
#14
Primi passi
Primi passi


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
18/8 9:10
Ultimo accesso:
18/11 9:22
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 18
Non In Linea
Forza Radio Internazionale e 5Stelle e Teleregione Sardegna non puo finire cosi'

Inviato il :1/10 9:49
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: Radio: quali scenari futuri?
#15
Webmaster
Webmaster


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
26/11/2005 13:38
Ultimo accesso:
Ieri alle 14:29
Da Musei
gruppi
Utenti registrati
Collaboratore
Socio
Webmaster
Editor
Messaggi: 2964
Non In Linea
Chiedete a qualsiasi negoziante, quanti clienti tra coloro che comprano gli smartphone chiedono se è dotato di Radio fm? La risposta sarà Zero (o quasi). In questo frangente in Usa ci si è ricordati della radio, ma solo quale strumento di emergenza.
Se escludiamo noi appassionati, addetti del settore e parenti vari, fuori vi è un mondo di persone che raramente ascoltano la radio. Può sembrare un discorso assurdo ma purtroppo è la realtà.

Inutile che i sondaggi, i vari rilevamenti pagati dalle emittenti stesse, vogliano farci credere il contrario. Dispiace ammetterlo ma purtroppo la realtà è questa. Trovare persone che saltuariamente ascoltano in auto la radio è ancora facile, ma il discorso si complica quando si cerca una persona che è sintonizzata di proposito per ascoltare ad una determinata ora il programma o la musica preferita. Già il solo pensare che ci siano milioni di persone che in radio hanno un programma preferito è utopia.

Recentemente più di un amico, non iscritto a Sardegnahertz, e non facente parte del mondo radiofonico, mi ha chiesto un consiglio per l’acquisto di una nuova autoradio. Al mio consiglio sull’acquisto di un apparecchio che abbia anche il DAB+ o con una buona sensibilità di ricezione in fm la risposta è stata sempre la stessa: “a me interessa abbia la usb poi della radio non me ne frega nulla”.
Quindi mi son chiesto, sarò io sfigato? No, purtroppo questo articolo conferma le mie opinioni http://www.newslinet.com/radio-medium ... nni-sordi-ai-cambiamenti/

Penso che la situazione italiana sia addirittura peggiore da quanto emerge in quelle righe. E non credo che la colpa sia semplicemente degli editori. Il mezzo in se non è più in grado di attirare le masse che preferiscono invece utilizzare piattaforme di altro tipo (Youtube, Spotify, i vari social). La crisi infatti non è solo della radio, ma anche della tv http://www.ilsole24ore.com/art/impres ... 44438.shtml?uuid=ACeYxpxC con crolli di ascolti anche nelle prime serate, che i giovani o meno giovani trascorrono ora sui social non davanti al televisore.
Se stiamo qui ancora a parlare di radio e tv è solo grazie al fatto che sport e informazione sono ancora molto seguiti su queste piattaforme e soprattutto non dimentichiamo che l’Italia è comunque un paese di anziani poco avvezzi alle nuove tecnologie.
E poi per fortuna, anche se in minoranza, ci siamo anche noi, che vogliamo la radio anche sull'Iphone.

Inviato il :3/10 14:49
skype: cristian.puddu
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: Radio: quali scenari futuri?
#16
Guru
Guru


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
24/10/2011 23:15
Ultimo accesso:
Ieri alle 18:53
Da Nord Sardegna
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 992
Non In Linea
Verissimo Cristian, c'è una larga fetta di popolazione che della radio non ne sente la mancanza, specie in casa, dove pare siano spariti quasi tutti i ricevitori fm. Non è un caso se, chiusa una porta, molte emittenti cercano di rientrare nelle case dalla finestra (del DTT) con le varie versioni "visual".
Per ciò che riguarda gli ascolti, penso che nessuno creda a tutti quei milioni di ascoltatori sbandierati da ogni network ad ogni intervento in diretta: se per ogni radio (nazionale) ci sono mezzo milione di persone, considerando che l'ascolto medio si dice sia intorno ai 20 minuti, è tutto grasso che cola. Qui l'articolo, con qualche suggerimento per le locali:

http://www.newslinet.com/radio-4-0-la ... acciamo-la-radio-zippata/

Mi spiace di non aver potuto leggere l'articolo del sole24ore: pare sia stato rimosso...

Quanto alla radio fm su smartphone, ho linkato degli aggiornamenti nell'apposita discussione.








Inviato il :3/10 23:28
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto


Re: Radio: quali scenari futuri?
#17
Guru
Guru


_MD_NEWBB_HIDEUSERDATA
Utente dal:
24/10/2011 23:15
Ultimo accesso:
Ieri alle 18:53
Da Nord Sardegna
gruppi
Utenti registrati
Messaggi: 992
Non In Linea
Ora che volenti o nolenti, le radio sono costrette a cambiare, si sono accorte che il famigerato motto "bisogna accontentare tutti" è (ed è sempre stato) una mera utopia...Meglio tardi che mai, sperando che non sia TROPPO tardi.
Qui le novità sulle possibili evoluzioni del medium:

http://www.newslinet.com/radio-4-0-da ... o-5-figure-professionali/

Citerò la solita, tipica domanda, pronunciata dopo la lettura della stron... ehm... curiosità del giorno: "...e voi, cosa ne pensate?"






Inviato il :5/11 19:11
Twitter Facebook Google Plus LinkedIn Del.icio.us Digg Reddit Mr. Wong Segnala In alto







Puoi vedere le discussioni.
Non puoi iniziare una nuova discussione.
Non puoi rispondere ai messaggi.
Non puoi modificare i tuoi messaggi.
Non puoi cancellare i tuoi messaggi.
Non puoi aggiungere nuovi sondaggi.
Non puoi votare nei sondaggi.
Non puoi allegare file ai messaggi.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.
Non puoi utilizzare tipo di discussione.
Non puoi utilizzare la sintassi HTML.
Non puoi utilizzare la firma.
Non puoi creare pdf.
Non puoi stampare la pagina.

Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 1003
Ultimo: raffles

Utenti online:
visitatori : 7
registrati : 0
Bots : 3
Totale: 10

Lista online [Popup]