Sei sulla pagina » Home Page » Forum » Forum - Tutti i messaggi

SardegnaHertz

Annunci

Annunci

Sardegnahertz Indice del forum


Home page » Tutti i messaggi (onair)




Re: Novità (poche) nell'etere sardo
#1
Studente
Studente


E' tutto il pomeriggio che ripenso al tuo messaggio Web: mi ha sconcertata.
Cosa ha scatenato tanta aggressività? Di cosa mi accusi esattamente?
A volte le parole scritte traggono in inganno: nella conversazione vis-à-vis mille altri segnali ti aiutano a manifestare il vero tenore di ciò che vuoi comunicare, non vorrei quindi essere fraintesa: parlo sinceramente e senza alcun sarcasmo: in cosa ti sei sentito toccato?

Stavamo parlando di Sandalios, ma se vuoi proporre altri argomenti - fatta esclusione per quelli tecnici, perché non sono capace di riconoscere un'antenna da un manico di scopa - farò parte della cricca.

Inviato il :13/8/2016 23:13
Segnala In alto


Re: Novità (poche) nell'etere sardo
#2
Studente
Studente


Hai perfettamente ragione Sar, ma anche stavolta si son spesi post e post a menare il can per l’aia lasciandomi il dubbio di essere l’unica a voler commentare le novità – novità poi… Asara avrà già maturato le ferie a Radiolina! -.
Finora è saltato fuori che ascoltare le locali potrebbe turbare il proprio equilibrio emozionale - in alcuni casi purtroppo è vero, ma magari in altri no; per scoprirlo devo rischiare: come al gratta e vinci -, è emerso che per poter notare le novità locali in FM bisogna avere tempo a disposizione e che non tutti ce l’hanno.
Ma com’è che Asara lo avevamo notato tutti? Evidentemente andiamo tutti a fare la spesa alla stessa ora.
Essere unici – ed irripetibili! – come esseri umani, sembra un paradosso, rende esattamente come tutti gli altri esseri umani; essere invece l’unica a commentare le novità nell’etere sardo renderebbe i miei post qui, fuori posto quanto su Amichedelluncinetto.it.

Nella speranza che con te si sia almeno in due ecco il mio parere:

trovo l’idea di Sandalios interessante se pur non originale; viene incontro a quell’idea di promozione del territorio che, secondo il mio parere, rappresenta l’unica chance per le locali.
Trovo particolare, forse audace, l’idea di una rubrica settimanale; istintivamente l’avrei frazionata in pillole giornaliere, ma non vorrei che a suggerirmelo fosse la paura di lasciare la vecchia strada per la nuova, l’andare sul sicuro piuttosto che innovare…
A volte bisogna trovare il coraggio di osare.
Mi piace l’idea di abbinare in formati nuovi per le nostre orecchie – non inediti – musica e parole, suoni e testi, alla ricerca di suggestioni specifiche, per le quali si è creata l’esigenza di uno speakeraggio e non di una conduzione.
Un attore per lo speakeraggio rende spendibile anche fuori dall’isola la promozione degli argomenti trattati e conferisce raffinatezza di esecuzione al progetto.
Le carte ci sono, ma non funziona.
Non funziona perché lo speakeraggio assomiglia a DJ Giostra, le finali allungate del piacione che si compiace del proprio timbro in cuffia, rendono vano ogni tentativo degli altri elementi di far convergere le suggestioni incanalate da testo e musica sulla sensazione finale.
I testi sono ripetitivi e l’apprezzabile e mai ben lodata scelta di dotare lo speakeraggio di corretta dizione italiana crolla al trentesimo secondo del primo podcast pubblicato sul sito di Sintony.
Purtroppo anche la presentazione sul sito patisce di mancanza di attenzioni: una mattonella fitta fitta di righe, frutto certo di copia-incolla, nella quale dettagli insignificanti sui personaggi, prossimi protagonisti della rubrica, levano ogni appeal alla presentazione stessa.
Si può fare qualcosa? Sì, molto; e se la cosa non dà noia a nessuno io continuo a sperare che si faccia, chi si possia accunzà lu barriu in camminu.



Inviato il :10/8/2016 0:47
Segnala In alto


Re: Novità (poche) nell'etere sardo
#3
Studente
Studente


Comincio a pensare che abbiate ragione:
la community di SardegnaHertz non è composta da addetti ai lavori: è composta in buona parte da nostalgici ex addetti ai lavori e ora delusi dell’FM - conduttori o tecnici che siano -, e da una minoranza di addetti ai lavori ancora in carica.
Che si tratti di semplici appassionati di radio invece non ci credo proprio.
Non tutti gli ex conservano evidentemente però la passione che conservi tu Sar, passione che in te è diventato rammarico per ciò che poteva essere e non è stato per la radiofonia in Sardegna, ma che magari in altri si è trasformata in rabbia. Non tralascerei neanche la possibilità che tale rabbia si sia poi ulteriormente trasformata in atteggiamenti snob nei confronti di qualsiasi iniziativa abbia avuto luogo dopo la loro dipartita dall’etere; magari c’è anche chi si è ritenuto offeso per non aver avuto l’opportunità di stare al posto del conduttore del quale di volta in volta si è parlato.

Da addetti ai lavori, quand’anche ex e delusi, mi sarei aspettata dei pareri più dettagliati, più addentro alle dinamiche specifiche; non credo che il fatto di essere ex abbia potuto appiattire le discussioni non tecniche qui nel forum, né che tale condizione sia responsabile dei toni sarcastici che spesso le discussioni hanno preso; credo che la responsabilità ricada sul fatto che in alcuni quella passione mai sopita abbia preso altre strade.

Peccato.
Come spesso accade in Sardegna talento, magari supportato da esperienza, gettati alle ortiche. Meglio tenersi in tasca la propria esperienza e lasciarla ammuffire piuttosto che condividerla in pareri costruttivi...

Come ho già avuto modo di esprimere più volte in queste pagine anche io Christian sono dell’opinione che solo la promozione del territorio possa giustificare l’esistenza delle locali, e se finalmente Radiolina si è decisa a dar voce al nord Sardegna sarebbe stato bello parlarne qui già da quando aveva iniziato a farlo con Borrelli.

Evidentemente il carattere o forse il fatto di non far parte della categoria ex, tiene ancora accese in me speranza, creatività e idee, tali da aver pensato di poter trovare nella community di SardegnaHertz gli interlocutori ideali per analizzare fenomeni che mi interessano professionalmente, ma che ancor prima mi appassionano parecchio.
Devo aver frainteso.
Avevo addirittura pensato di proporre a Christian di studiare una formula per una sezione demo, in modo che, magari le regionali, avessero una fonte di conduttori locali dalla quale attingere; hai visto mai?

Gap, avrei voluto avere una parola anche per te, ma i toni che hai usato nei miei confronti - sul piano personale e non riguardo ad una mia opinione - si commentano da soli.

Inviato il :9/8/2016 17:04
Segnala In alto


Re: Novità (poche) nell'etere sardo
#4
Studente
Studente


Allora non mi sono spiegata, né con l’uno né con l’altro:

non ho mai detto che la colpa della caduta degli ascolti delle radio locali sarde ricada sui membri di SardegnaHertz; è esclusivamente appannaggio dell’indolenza degli editori. Se poi fanno parte di SardegnaHertz non è dato saperlo.
Certo è che se corrono a riaccendere solo dopo che qui si parla di spegnimenti, non serve Sherlock Holmes per arrivare a conclusioni.

Del fatto che lamenti scarsa partecipazione, ne vogliamo parlare o valuti da solo?
Quello che auspico è un dibattito nel quale il mio parere, eventualmente contrario agli altri, troverebbe sempre spazio nel mai pieno cestino degli EcChiSeNeFrega; lo scopo di mettersi in discussione attraverso la sensibilità di addetti ai lavori sarebbe comunque raggiunto.

Le novità che ascolto io, se le sento io, sono a portata delle orecchie di tutti:
lavoro con le cuffie in testa – ma non suona la radio -, non ho un sintonizzatore a casa, ho una figlia adolescente ed uno alle elementari, cariche di rappresentanza nelle loro scuole e, a conclusione del mio tempo, un incarico nel settore divulgazione strategie educative fra gli impegni extra lavorativi; odio lo sport – nessuna radio in sottofondo in palestra quindi - e la mia parrucchiera ottantaduenne diffonde solo musica classica nel suo salone.
Le occasioni per ascoltare la radio sono perciò esclusivamente relegate agli spostamenti in macchina: spesa quotidiana e accompagnamenti vari dei figli.
Tempo poco, al limite dello Zero; ma ovunque mi trovi in macchina, Sardegna o no, so cosa suona in FM. Secondo quelle anime pure dei miei figli sono l’unica nel pianeta che chiede silenzio durante il cluster o durante gli interventi dei conduttori, e non, eventualmente, durante il brano.
Perché? Perché la radio è i mio lavoro.
Per sentire le novità in FM, magari sulle regionali, non serve più tempo di quello che serve per notare e segnalare una portante muta; lo vogliamo dire una volta per tutte che se davvero voglio segnalare una défaillance tecnica - allo scopo di andare incontro all’editore e non di metterne in piazza qui le magagne -, lo chiamo e glielo dico?

Ora, se volete, possiamo parlare finalmente della rubrica: del fatto che sia settimanale... che quotidiana sarebbe stato meglio... della forzatura dello speakeraggio... di eventuali paralleli con prodotti simili... e quant'altro.
Se poi qualcuno si fosse accorto che l'intera mattinata di Radiolina è cambiata, il pomeriggio anche, e ne volessimo parlare, proveremmo a fare Quelli che la radio. Non Piccoli antennisti crescono.

Inviato il :6/8/2016 16:07
Segnala In alto


Re: Novità (poche) nell'etere sardo
#5
Studente
Studente


Che delusione...
Ma dove vogliamo andare - mi correggo: voglio! - se nemmeno gli addetti ai lavori ascoltano la radio?
O, se proprio fanno lo sforzo di buttarci un orecchio, al più ne parlano per allusioni...?
Vi sembra difficile, notando una novità, darne notizia qui in modo che chi non ha ascoltato ascolti, e tutti si dia un parere? Ripeto: un parere; quand'anche negativo un parere, non uno sberleffo.

Domande che ho già posto ed alle quali avete già risposto, direte voi: avete ragione, ma l'indolenza nel vedere bruciare la radio e la televisione sarda, mi fa male quanto vedere ettari di bosco in cenere; in entrambi i casi non si tratta di autocombustione.

Se un blogger o un istagrammer non fanno primavera, sono pur sempre una novità; ci sarebbe stato - il passato è d'obbligo, visto che sono in onda da tempo - da discutere su quanto la radio vada incontro alle nuove modalità espressive, di come ci vada incontro, e nello specifico di come lo faccia quell'iniziativa.
Insomma: annoverate fra gli sport estremi la possibilità di sottolineare cosa funzioni e cosa no di una nuova idea, rubrica o conduzione?

Con tutti gli effetti collaterali che comporta, faccio abitualmente tutto ciò direttamente con i diretti interessati, non nascosta dall'anonimato e fottendomene altamente del fatto che a volte ho con l'emittente anche una relazione professionale.

Ma non è che i membri della comunità di SardegnaHertz devono banalmente tenere in equilibrio labili rapporti interpersonali, e nonostante l'anonimato temano di pestare i piedi a chi potrebbe dar loro un microfono sul quale alitare?



Inviato il :5/8/2016 15:44
Segnala In alto


Re: Imminente il ritorno di ANTENNA 1 a Sassari
#6
Studente
Studente


Sì, ho visto l'esordio. E mi sarebbe piaciuto anche sentirlo.

Inviato il :3/8/2016 15:25
Segnala In alto


Re: Novità (poche) nell'etere sardo
#7
Studente
Studente


Otto giorni e nessun commento alla novità che ho postato e nessuna citazione di altre novità (sempre poche) nell'etere sardo.
La radio la ascolto solo io?
Chiedo scusa in anticipo a tutti: oggi oltre al solito interesse per la radio e la televisione sarda, detengo una vena polemica alimentata dal disinteresse degli altri.
Perdonami Web: ma che vuol dire se sono simili a quelle di SardegnaDigitalLibrary? Può essere un commento questo? Ascolta il podcast e poi semmai fai un paragone!
Sardinian: hai visto solo il promo o hai sentito una puntata?



Inviato il :3/8/2016 15:22
Segnala In alto


Novità (poche) nell'etere sardo
#8
Studente
Studente


Nell'etere sardo, a macchia di leopardo, ci sono novità; poche, ma ci sono, e da mesi.
Se la Community di SardegnaHertz non è un semplice gruppo di antennisti se ne parlerà, mi son detta; ad un utente verrà in mente una cosa, ad un altro quell'altra... E invece: nulla.
E' uno sporco lavoro, ma qualcuno lo dovrà pur fare: inizio io.

https://www.youtube.com/watch?v=qZTPNZ7RG88

Inviato il :25/7/2016 15:46
Segnala In alto


Re: Nuovo direttore artistico per radio Rai
#9
Studente
Studente


Oh mamma mia...
Devo smetterla di correggere il caffè con il filuferru... Abbi pazienza Web, non ho capito...!

Caro Gap...
ma chi parla di te!? E' vero che il più delle volte le discussioni finiscono per essere dialoghi fra me e te, ma non parlavo di te, né voglio toglierti il primato su chi abbia detto per primo che qui siamo tutti addetti ai lavori.
Come ho sempre detto su queste pagine, sono addetta ai lavori fin da quando ho iniziato a portare il reggiseno per sfizio, e lo sono a tutt'oggi che lo porto invece per contrastare la legge di gravità.
Nel mio profilo mancano gli stessi dati che mancano negli altri profili, semplicemente perché qui è d'uso così; cambiamo gli usi e sostituirò in nick con nome e cognome; non ho equilibri diplomatici da mantenere, quindi nulla nel mio lavoro verrebbe meno se ciò che ho sostenuto fino ad ora fosse collegato alla mia identità e professione.

Sugli iscritti non ho mai espresso alcun giudizio, sebbene abbia sottolineato spesso la capacità di alcuni di sgattaiolare via al momento giusto e la vigliaccheria di altri di rinnegare d'essere membri di SardegnaHertz, salvo usare il forum per sapere se le proprie frequenze siano accese.

Ancora una decina di giorni di lavoro e come sempre mi affrancherò dal riluttante mondo della radiofonia locale (volevo fare il verso alle tue parole, ma rutilante associato alla radiofonia sarda proprio non mi riesce di scriverlo...!); il lembo di costa oristanese nel quale farò il bagno, è coperto solo da Rai Radio Due: non potrei fare altrimenti.

Lascio a voi quindi l'apertura di nuovi post e relativi commenti sulle novità sarde diverse dalle portanti mute - sono poche, sparse, ma ci sono -.

Inviato il :4/7/2016 17:50
Segnala In alto


Re: Nuovo direttore artistico per radio Rai
#10
Studente
Studente


Ma perché questa è una discussione che si è animata?
Due ovvietà, una calunnia ed un rivolo che porta fuori tema, ti sembrano una discussione dalla quale poter prendere uno spunto di riflessione? O sono solo io a pensare che queste discussioni servano a mettersi in discussione per crescere? Se servono invece a passare il tempo ditemelo... Mi vado a dare lo smalto alle unghie dei piedi; è un fatto di stile: sandalo gioiello e tacco alto richiedono una pedicure accurata...
Se parlassimo solo di radio in cui abbiamo messo piede si esaurirebbe tutto in pochi post dici?
Macchè! Tra noi c'è chi ha esperienze varie e militanze trentennali tali da poter esprimere un parere anche su Rai, ma anche se solo si discutesse di radio in cui si è messo piede, di esperienze realmente vissute in passato e attualmente, le pagine di SardegnaHertz non basterebbero!
La verità piuttosto sarebbe un'altra: due post e la copertura di baffi e barba finta non basterebbero a garantire l'anonimato dietro al quale gli addetti ai lavori possono spacciarsi per semplici appassionati.

Inviato il :3/7/2016 21:25
Segnala In alto



(1) 2 3 4 ... 11 »



Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 1003
Ultimo: raffles

Utenti online:
visitatori : 6
registrati : 0
Bots : 0
Totale: 6

Lista online [Popup]