Sei sulla pagina » Home Page » Forum » Forum - Tutti i messaggi

SardegnaHertz

Annunci

Annunci

Sardegnahertz Indice del forum


Home page » Tutti i messaggi (mivar_63)




Re: MPEG4 sarà lo standard da utilizzare per il segnale televisivo
#1
Nobel
Nobel


Citazione:

Adriano ha scritto:
Perdonate eventuali castronerie che potrebbero uscirmi :D

[...]

Si parlava di una fine progressiva dell'etere per cedere le frequenze alle TLC. Cosa probabile visto l'andazzo! La soluzione è una sola e si chiama SATELLITE. Esiste una piattaforma gratuita che si chiama TIVUSAT!

Opinione personale 1: Se 15 anni fa quando si programmava il primo passaggio al dtt, si fosse realizzata la soluzione (radicale ma molto più efficace) di passare integralmente al satellite oggi non avremmo tutti i problemi che il dtt ha comportato in questi anni.[...]

Così taglieresti fuori l'utenza in mobilità (in macchina, col cellulare)... Meno male che non hanno fatto come dici tu...

Inviato il :15/8 12:28
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: MPEG4 sarà lo standard da utilizzare per il segnale televisivo
#2
Nobel
Nobel


Citazione:

torakiky ha scritto:
Mivar, una curiosità venutami ora: se le cose dovessero andare come hai descritto (speriamo di no), cosa pensi dovrebbe succedere al famigerato canone Rai? Perdonate l'off topic :)

Non cambia nulla.

Inviato il :14/8 9:11
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: MPEG4 sarà lo standard da utilizzare per il segnale televisivo
#3
Nobel
Nobel


Citazione:

satellite ha scritto:
Mivar, ma come impedire che tutta la banda tv venga fagocitata dalle tlc?? Penso che la storia del passaggio al T2 c’entri e non c’entri... occorre resistere alla tentazione di vendere tutto alle tlc, ...

Forte, in Italia, la collusione governi-tlc, specialmente da parte delle amministrazioni a guida PD, come l'intera sinistra i primi a vendersi per trenta denari come Giuda. Prima ancora (sette anni fa) Berlusconi non fece in tempo, Monti e sucessori completarono l'opera.

Speriamo che il duo legastellato (Conte è lì per figura) in particolare Di Maio titolare del dicastero competente, il Mise, faccia valere anche in sede Comunitaria (dove si decide il destino dell'etere europeo) la salvaguardia delle gratuità dei servizi televisivi via etere di base, per non forzare gli italiani ad abbonarsi a un operatore per vedere Rai1, Videolina, e tutto ciò che finora è gratuito.

Inviato il :14/8 9:11
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: MPEG4 sarà lo standard da utilizzare per il segnale televisivo
#4
Nobel
Nobel


Citazione:

satellite ha scritto:
Io credo che ormai la maggior parte degli utenti sia in procinto di acquistare, in questi anni, apparecchi col tc hevc e quindi si dovrebbe anfare nella direzione di questa tecnologia.. riguardo la tv via ip, credo che tra aualche anno morirà...

Magari! Purtroppo le lobby delle telecomunicazioni premono affinchè i governi destinino progressivamente l'etere a favore di servizi a pagamento, a scapito della televisione terrestre e gratuita.
Ieri la banda degli 800 MHz, oggi la banda dei 700, domani? Si, proprio così, in un futuro non lontano anche la banda dei 600 MHz verrà tolta agli operatori televisivi via etere, e negli anni a venire l'intera banda IV, poi la banda III VHF decretando la morte della televisione gratuita.

Ecco, cerchiamo di non essere fessi e impediamo tutto questo prima che diventi realtà.

Inviato il :13/8 20:45
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: MPEG4 sarà lo standard da utilizzare per il segnale televisivo
#5
Nobel
Nobel


Citazione:

Ralph ha scritto:
Ma, proprio su questo forum tutti auspicavano il passaggio più rapido possibile alla tecnologia DVB-T2 con codifica HEVC; ora si dice che è più logico restare con DVB-T + MPEG4.
Il fatto è che il progresso non può essere fermato; chi prova a farlo viene travolto. Se è vero che DVB-T2 + HEVC garantisce minimo il 30% di bit-rate in più, non si può stare ad aspettare qualche anziano che ancora ha un TV CRT con decoderino esterno DVB-T; il rischio serio è che l'Italia resti indietro rispetto agli altri Paesi.

Non si tratta di fermare il progresso, ma di evitare un ulteriore esborso ai già economicamente vessati telespettatori che alcuni anni fa hanno speso centinaia di euro per rinnovare i propri apparecchi, tv o ricevitori che siano.
Ormai, come già detto, la maggioranza del parco ricevente è già compatibile col codec video MPEG-4.
Qualche anziano (ma non solo) che al tv a tubo catodico tiene ancora collegato un ricevitore DVB-T MPEG-2 (ormai residuali), e una quota emergente di apparecchi DVB-T2 H265.
Chi pensa che salvaguardare gli investimenti effettuati dall'utenza vuol dire restare "indietro rispetto agli altri Paesi" è un fesso.
Come da fessi è valutare la qualità di un tv o ricevitore DVB-T(2) in base alla possibilità di connettersi ai servizi tv A PAGAMENTO on line: ma davvero c'è gente così stupida?

Citazione:

Ralph ha scritto:
Poi, è chiaro che ci sono anche situazioni inaccettabili; ad esempio, i possessori di Smart TV Samsung vecchie di appena quattro o cinque anni, hanno scoperto che non avranno l'app DAZN perché il sistema operativo del loro TV non è Tizen. In teoria, queste persone dovrebbero sborsare un altro migliaio di Euro per comprarsi un modello più recente di TV!

Ma quando mai, meglio che non siano compatibili! Perchè foraggiare le lobby intenzionate, progressivamente, ad eliminare la tv gratuita via etere (e costringere fra qualche anno TUTTE LE UTENZE ad abbonarsi agli operatori iptv per poter seguire il TG1, Videolina, o Rai 3)??
Al bando la tv a pagamento on line, lunga vita alla tv (gratuita o a pagamento) via etere o via satellite!!

Inviato il :13/8 7:30
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: MPEG4 sarà lo standard da utilizzare per il segnale televisivo
#6
Nobel
Nobel


Scelta logica e razionale, che tutela l'ormai maggioranza dei apparecchi riceventi (standard DVB-T e codec video MPEG-4. Ancora pochi i DVB-T2 H265, residuali i DVB-T MPEG-2) da un precoce accantonamento.

Si allunga dunque la vita di tv e ricevitori ancora validissimi a quasi 10 anni dal loro acquisto, alla faccia del business alimentato dalle multinazionali produttrici.

Inviato il :11/8 15:56
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#7
Nobel
Nobel


Citazione:

cristian ha scritto:
Ma lui viaggia nel futuro
Piuttosto ma per la storia delle criticità riscontrate nella legge di bilancio si sa qualcosa?

A quanto pare, con un PNAF dove l'assegnazione delle frequenze coordinate destinate agli operatori locali è frutto di una simulazione al programma (sulla base di modelli matematici non pienamente corrispondenti alle reali situazioni propagative di un dato segnale), in non pochi casi si sta scherzando col fuoco.

Premesso che la redazione del PNAF in oggetto è avvenuta durante il Regime renziano, mai ostile fino in fondo alla riduzione del numero degli operatori locali così come voluto da Arcore, resta troppo stringente il limite dei 4 operatori locali per area tecnica.

Solo nell'ultima Delibera, che conferma il PNAF redatto a Maggio, il nuovo Regime - finalmente legastellato - ha iniziato a metterci mano, con ragionevolezza: al momento solo per Lombardia e Campania, gli operatori locali saranno 5 e non 4. Non è da escludere che ciò possa avvenire anche per le altre aree tecniche, e neppure da escludere che possano aumentare a più di 5, sulla base del razionale uso di frequenze anche non coordinate, ma con le opportune limitazioni.

Grave il fatto che nessuno abbia avuto da ridire, in merito alle sette frequenze coordinate per gli operatori locali in Sardegna, sul rischio di interferire alcuni segnali francesi in Provenza (Marsiglia) e in Occitania (Montpellier), così come lo stesso UHF 23 in Tunisia (Biserta).
Forse, in sede di simulazione al programma, sottovalutano Badde Urbara e Serpeddì...
E sono grane con Francia e Tunisia qualora venissero usate quelle sette frequenze così come indicato dal PNAF. Ma voglio credere e sperare che qualcuno (operatori tv in Sardegna prima di tutto) si svegli prima di ricevere la fregatura ministeriale.

E poi, la RAI stessa. Possibile che in questi 2 mesi non si siano resi conto che due VHF D - 177,5 MHz - con contenuto sostanzialmente diverso fra Limbara e Monte Serra, stessa polarità, con lo specchio d'acqua tirrenico sotto!, non possono convivere d'amore e d'accordo 12 mesi l'anno?

Inviato il :13/7 17:23
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#8
Nobel
Nobel


Citazione:

satellite ha scritto:
che io sappia da castello non ti fanno piu accendere da anni, questo me lo disse il padrone di mambo in una conversazione su fb nel 3011

Il dilemma è se tra 993 anni esisterà ancora il quartiere Castello, o addirittura Cagliari stessa...

Inviato il :13/7 13:31
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#9
Nobel
Nobel


Link:
https://www.agcom.it/documentazione/do ... fsZcpGr12AO_type=document

Delibera 290/18/CONS:
https://www.agcom.it/documents/10179/1 ... -1de2fabee591?version=1.2

Allegato 1 (relativo alle frequenze pianificate):
https://www.agcom.it/documents/10179/1 ... -bb3118781d1c?version=1.0

Allegato 2 (punti di verifica, postazioni candidate, criteri dei punti di verifica):
https://www.agcom.it/documents/10179/1 ... -548501bd1169?version=1.0

Viene confermato, per quel che ci riguarda direttamente, quanto stabilito dal PNAF nella bozza di Maggio .

Restano alcune criticità da me già enunciate due mesi fa in questo thread:

- Sul reale numero (sucessivamente alla pubblicazione delle graduatorie per le assegnazioni dei diritti d'uso locali, la sua attuazione, e dopo i prevedibili ricorsi alla magistratura e relativi accoglimenti) dei operatori di rete locali:
https://www.sardegnahertz.it/html/modu ... ewtopic.php?post_id=47323

- Sulle reali possibilità d'uso delle frequenze, coordinate o meno :
https://www.sardegnahertz.it/html/modu ... ewtopic.php?post_id=47328

- E sulla possibile problematica convivenza isocanale, in Gallura, fra il mux 1 RAI Sardegna e quello toscano:
https://www.sardegnahertz.it/html/modu ... ewtopic.php?post_id=47342

Infine, una nota più o meno curiosa. Nell'Elenco siti candidati (pdf contenuto nell'Allegato 2 della Delibera), alla pagina 71, figura Cagliari - Castello.

Inviato il :13/7 5:29
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: supert tv oristano
#10
Nobel
Nobel


Citazione:

satellite ha scritto:
andando leggermente fuori tema (ma mica tanto) spero che oristano possa un giorno riavere una sua voce che venga diffusa in tutta la sardegna, come fu nova per tanti anni...

Ne rimase solo una... Super Tv...

Ma non ha (ancora) la diffusione regionale.

Inviato il :11/7 16:23
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto



(1) 2 3 4 ... 221 »



Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 481
Ultimo: AndrePes03

Utenti online:
visitatori : 8
registrati : 0
Bots : 3
Totale: 11

Lista online [Popup]