Sei sulla pagina » Home Page » Forum » Forum - Tutti i messaggi

SardegnaHertz

Annunci

Annunci

Sardegnahertz Indice del forum


Home page » Tutti i messaggi (mivar_63)




Re: nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#31
Nobel
Nobel


Citazione:

eds ha scritto:
Citazione:

mivar_63 ha scritto:
... ho persino studiato quali potrebbero essere le ipotetiche assegnazioni delle frequenze utilizzabili in Sardegna (coordinate, parzialmente assegnate a mux nazionali, e non coordinate) ai relativi operatori di rete dell'Isola. ...

Sono curioso. Qual'è lo scenario che prevedi?

Fra un'oretta e mezzo rientro da lavoro e lo scrivo.

Inviato il :26/4 13:25
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Mux Videolina 1
#32
Nobel
Nobel


Per discutere sul nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze, continuiamo qui:

https://www.sardegnahertz.it/html/modu ... wtopic.php?topic_id=14757

Inviato il :26/4 12:58
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.
#33
Nobel
Nobel


Come promesso alcune settimane fa, in cui accennavo dell'imminente nuovo Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze (e conseguente road map per il rilascio delle frequenze in banda 700 MHz) la cui attuazione inizierà nel 2020 per terminare nel 2022, apro la discussione in oggetto.

In questi giorni ho studiato con minuziosa attenzione la prima bozza emanata dall'AGCOM all'inizio di questo mese, scoprendo alcune cose interessanti non ufficialmente dichiarate.

A cominciare dal fatto che gli operatori locali non saranno solo 4 per area tecnica, ma almeno in Sardegna ci sarà spazio per tutti gli attuali operatori di rete (titolari di diritti d'uso di una frequenza, ndr, da non confondere con fornitori di contenuto); ma solo in una fase sucessiva, dopo l'accoglimento dei numerosi ricorsi e perizie che non mancheranno, e con un razionale e attento uso anche di frequenze non coordinate con gli stati esteri.

Sulla base di ciò, che per forza di cose sarà inevitabile, ho persino studiato quali potrebbero essere le ipotetiche assegnazioni delle frequenze utilizzabili in Sardegna (coordinate, parzialmente assegnate a mux nazionali, e non coordinate) ai relativi operatori di rete dell'Isola.

Fatta questa beneaugurante e (quasi) rassicurante premessa... Domande? Commenti? Considerazioni?
Ora la palla passa a voi.

Inviato il :26/4 12:56
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Mux Videolina 1
#34
Nobel
Nobel


Citazione:

Adriano ha scritto:
Tralaltro c'è da ricordare che il mux in VHF della Rai sarà destinato in gran parte alle emittenti locali che in qualche modo facciano un servizio pubblico.

In realtà il mux 1 RAI sarà destinato in gran parte alle reti proprie, e solo se rimane banda verrà destinata a chi - fornitore di contenuti locale - vorrà farsi veicolare dall'operatore pubblico.

Citazione:

Adriano ha scritto:
Quindi tecnicamente i mux per la locali sarebbero 5 (che nel t2 non sono pochi)

Nella prima fase assegneranno SOLO 4 diritti d'uso locali per area tecnica, aventi esclusivamente frequenze coordinate.
Ma coi ricorsi dei vari operatori inizialmente esclusi dai primi 4 posti della graduatoria degli aventi diritto alla prosecuzione dell'attività di operatore di rete locale, i mux locali (e nelle altre aree tecniche) saranno destinati per forza di cose ad aumentare dai 4 minimi prefissati.
E qui scatterà la seconda fase: entrano in gioco le altre frequenze coordinate ma non assegnate, e in seconda e ultima battuta quelle non coordinate.
Ma a condizione di non interferire bacini d'utenza attigui, anche nella stessa area tecnica.
Quindi vedrete che, alla fine, fortunatamente non saranno solo 4 i mux locali in Sardegna.

Inviato il :20/4 19:20
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Spento da settimane, mux eurodab
#35
Nobel
Nobel


Citazione:

marcolino ha scritto:
non volevo scendere nel tecnico, mi scuso se il messaggio precedente fosse sembrato troppo superficiale. Sono a conoscenza delle diverse modulazioni, ma in nessuna parte del mondo viene utilizzato il DVB per la radio in mobilità.

La questione è un'altra: se gran parte delle autoradio installate negli autoveicoli di nuova immatricolazione montassero in massa un demodulatore DVB (da affiancare agli FM e - forse - al DAB che però diventerebbe un doppione a meno di trasferire i blocchi in banda I) si taglierebbe la testa al toro, con un servizio qualitativamente pari al DAB attuale sul piano ricettivo (la rete del mux 1 RAI in DVB-T è già pronta e capillare, più del loro blocco DAB).

Quindi, e non solo per la RAI, la radiofonia digitale è già capillarmente diffusa sui mux DVB-T (pensiamo alle radio veicolate nei mux controllati da EITowers e Persidera, passando per quelle già veicolate nei mux locali), e ha già una copertura nazionale. E' inutile far finta che non è vero.

Come detto, tutto ciò è regolarmente fruibile in mobilità, nella maggioranza dei casi anche nei mux DVB-T aventi la modulazione (tra virgolette) più sfavorevole 64QAM: ormai da dieci anni, nei test da me effettuati, tali segnali sono ricevibili con continuità su gran parte delle principali arterie viarie dell'Isola, anche grazie all'isofrequenza. Senza avere una logperiodica sul tetto dell'auto, ma semplicemente con un'omnidirezionale larga banda e senza amplificatore.

I produttori di autoradio evitano - a parte alcune riuscite eccezioni - di installare un demodulatore DVB per questioni unicamente di opportunità:

1) il DAB in VHF banda III fa comodo per ridurre gli spazi agli operatori tv e ridurre la democrazia.
2) il DVB-T/T2 è un servizio prettamente gratuito. A che serve renderlo fruibile se conviene incentivare le masse alla fruizione dei contenuti tv e radio via web, facendoli pagare a consumo (quindi rubare altri soldi alla gente) ?
3) il DAB fa più scena rispetto alla possibilità di ricevere la tv (DVB) su un autoradio. Quindi, motivo in più per far salire di molto i prezzi delle autoradio stesse, più di quanto costerebbero se munite di demodulatore DVB.

In realtà, le stazioni radiofoniche nei mux DVB-T (ma in UHF) sono presenti anche in Spagna.

Citazione:

marcolino ha scritto:
A questo punto neanche per la tv in mobilità (ti ricordo il fallimentare esperimento del DVB-H o del mux RAI sperimentale a bassa risoluzione e modulato per essere ricevibile quasi dappertutto in mobilità)

Il fallimento del DVB-H era dovuto al fatto che questo standard altro non era che un DVB-T rimaneggiato, e per di più a pagamento.
Certo, se sbarcassero in massa - e li producono e vendono all'estero - i cellulari coi tuner DVB-T/T2 integrati, darebbero fastidio alle compagnie telefoniche: chi fruirebbe degli stessi contenuti via streaming e pagando al consumo?

Inviato il :17/4 21:35
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Spento da settimane, mux eurodab
#36
Nobel
Nobel


Citazione:

marcolino ha scritto:
grazie per la risposta ;)

il problema del tuner DVB è il fatto che non è assolutamente ottimizzato per essere ricevuto in movimento, cosa che il DAB+ è.

NO marcolino, il tuner (demodulatore) non c'entra nulla col tipo di ricezione (fissa, interna, o in movimento); ad essere ottimizzata o meno al tipo di ricezione è semmai la modulazione utilizzata, che in DVB-T sono 3 (QPSK, 16QAM, 64QAM, la prima estremamente adatta alla fruizione in mobilità) combinabili con 4 intervalli di guardia e 5 algoritmi di correzione degli errori; mentre il DAB offre comunque 4 profili differenti.
Come vedi, marcolino, se non hai un minimo di infarinatura tecnica, è inutile difendere l'indifendibile.

Citazione:

marcolino ha scritto:
per quanto riguarda le compressioni, ti assicuro che i 96 Kbps del codec utilizzato dal DAB equivalgono ad un buon 160 Kbps CBR del caro e vecchio mp3 e la qualità è veramente buona. Migliore del FM sicuro.

NO, qui come metro di paragone non prendo nè l'MP3 ne un suono con passaggio DDA o (ormai meno frequente) DAA tipico dell'ascolto FM...
Prendo l'MPEG layer II. Dove i 256 kbps (compressione oltre la quale non si dovrebbe scendere, per mantenere un ascolto perfetto e ricco di dettagli e sfumature) equivalgono ai 128 kbps in AAC (lo standard ora usato col DAB+), e gli appena sufficienti 128 kbps in MPEG Layer II equivalgono ovviamente ai 64 kbps in AAC. E qui, con impianti autoradio particolarmente sofisticati, l'orecchio comincia a piangere dallo schifo...
Peggio: se la memoria non mi inganna (Cristian e Alex, da qualche parte avevate pubblicato un'ottima e illuminante analisi TS dei blocchi DAB e compressioni utilizzate...), della serie "avanti, c'è posto anche per voi!", alcuni slot avevano appena 56 kbps o meno ancora...

Questa non è più qualità... Ma è qualcosa che (come la televisione secondo Funari) si fa - e non la si guarda - prima di tirare la catenella...

Inviato il :17/4 17:00
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: CID (Cell ID) degli impianti tv in Sardegna.
#37
Nobel
Nobel


Ahahaha ci leggono ripristinato il CID (errato) consueto:

Allega file:



jpg  20180416_195835-1000x562.jpg (142.69 KB)
317_5ad4e65be7f05.jpg 1000X562 px

jpg  20180416_195846-1000x562.jpg (125.54 KB)
317_5ad4e6788e34d.jpg 1000X562 px

Inviato il :16/4 20:08
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Mux Videolina 1
#38
Nobel
Nobel


Citazione:

satellite ha scritto:
credo che i "nuovi canali" inseriti del mux principale di videolina, siano ancora in fase di test, avranno modo e tempo per migliorare la qualità delle immagini, in particolar modo per tcs, seconda rete del gruppo unionesarda..

riguardo poi la "fine" che faranno i mux eccedenti, ho delle idee ma è meglio, per adesso evitare di scrivere, per non cadere nel fantafrequenze...

Non è questione di fantafrequenze...

E' un dato di fatto che col nuovissimo piano frequenze, almeno nella prima fase, in Sardegna non ci saranno più di 4 mux locali. Stesso discorso in altre regioni o aree tecniche.

Poi ne discutiamo.

Inviato il :16/4 16:16
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: Spento da settimane, mux eurodab
#39
Nobel
Nobel


Citazione:

marcolino ha scritto:
Intanto il DAB+ va verso una nuova vita (lo so che Mivar_63 me ne vorrà in quanto contrario al DAB :) )

1) passato il decreto legge per cui dal 2020 tutte le autoradio dovranno avere per forza il tuner DAB
2) la RAI ha appena dichiarato di voler espandere la copertura DAB e di lanciare nuove radio tematiche ricevibili solo in digitale
3) la copertura Club Dab Italia cresce a vista d'occhio (verificare cartina sul sito) e quella Eurodab idem (hanno acceso a Serpeddi da poco)

vedrete che anche le locali si sveglieranno e piano piano, anche se in ritardo rispetto a paesi come Svizzera e Norvegia, il DAB+ decollerà anche da noi.

PS: a Pasqua ero con degli amici con un'auto a noleggio e c'era il tuner DAB+. Da dopo Oristano fino a Cagliari abbiamo ascoltato le radio solo in DAB (RDS e Deejay) e vi assicuro che la qualità era superiore all'FM.

Caro marcolino, io non sono mai stato contrario al DAB...

Ho solo detto che sulla banda III è una tecnologia sprecata, considerando che in tale banda il mux 1 RAI già diffonde le reti radio principali in DVB... per cui il DAB (almeno per la RAI) in banda III sarebbe solo un doppione, a patto di avere un autoradio provvisto ANCHE di tuner DVB.

Resta il fatto che il DAB troverebbe migliore collocazione in Banda I, tutt'ora canalizzata in blocchi ed inutilizzata in Europa, come servizio da affiancare all'FM (che però opera in banda II) per poi - un domani - rimpiazzarlo.

Qualità superiore rispetto all'FM? Dipende, se si parla di continuità del segnale su determinate arterie stradali può essere, ma la qualità audio con le compressioni attuali... lascia perdere...

Inviato il :16/4 16:13
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto


Re: CID (Cell ID) degli impianti tv in Sardegna.
#40
Nobel
Nobel


Intanto, già è accaduto l'anno scorso, il Rete A1 da Serpeddì presenta il CID dei TIMB dal Limbara (20046, 0x4E4E) in luogo del precedente (ed errato) 591 (0x24F) correntemente utilizzato.

In attesa di uniformarsi ai TIMB, i due Rete A da Serpeddì era previsto usassero il CID 2011 (0x7DB).

Probabilmente sarà avvenuto, come l'anno scorso, uno scambio di apparati fra Serpeddì e Limbara.

Allega file:



jpg  20180415_205123-1000x562.jpg (123.39 KB)
317_5ad3a030d3961.jpg 1000X562 px

jpg  20180415_205409-1000x562.jpg (111.99 KB)
317_5ad3a04185d34.jpg 1000X562 px

Inviato il :15/4 20:56
Il DAB sulla banda III VHF è un cancro da estirpare al più presto.
Segnala In alto



« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 219 »



Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 474
Ultimo: Massimiliano

Utenti online:
visitatori : 11
registrati : 0
Bots : 1
Totale: 12

Lista online [Popup]