Sei sulla pagina » Home Page » Articoli » Televisione » Notizie frequenze programmi e informazioni sulle stazioni radio e tv della Sardegna

SardegnaHertz

Annunci

(1) 2 3 4 ... 23 »
Canale 40, la rinascita?
Inviato da cristian il 20/8/2011 21:45:38

Secondo diverse indiscrezioni, ci saranno a breve importanti novità per l'emittente di Carbonia "Canale 40".canale 40

Molto probabilmente sin dalla prossima settimana partirà nuovamente una programmazione con  il tg giornaliero, spot e altri programmi.

E' previsto il graduale ripristino di tutti gli impianti attualmente spenti o che presentano problemi tecnici.

Seguiremo pertanto gli sviluppi in attesa di comunicazioni ufficiali da parte dell'emittente.

  5  
IL Tar annulla l'attuale numerazione LCN
Inviato da cristian il 2/8/2011 7:55:48

Il Tar del Lazio, accogliendo il ricorso dell'emittente napoletana Canale 34,  ha annullato la delibera dell' AGCOM che fissava la numerazione LCN per i canali trasmessi sul digitale terrestre.

Secondo i giudici  la numerazione non tiene conto degli effettivi ascolti e della copertura che le emittenti locali hanno nel territorio, delle preferenze e delle abitudini degli utenti.


L'AGCOM ha risposto con un ricorso al Consiglio di Stato. Pertanto  sono attesi a breve ulteriori sviluppi.


  0  
Nuovi impianti per TivuItalia
Inviato da cristian il 26/7/2011 15:45:59
Televisione

Il Ministero dello Sviluppo Economico Dipartiimento Comunicazioni ha autorizzato l'accensione di 44 nuovi impianti per il mux Tivuitalia, che veicola tra l'altro i segnali dei canali SportItalia.

Non sono note le cifre esatte, ma è certo che alcune di queste nuove accensioni riguardano la Sardegna ed il nord Italia.

Ci attendiamo pertanto nelle prossime settimane, sopratutto per la gioia degli sportivi, un aumento della copertura anche nella nostra regione.

  0  
Ritorna solo in Sardegna il mux 6 Mediaset
Inviato da cristian il 14/7/2011 20:26:12
Televisione

Come avevamo anticipato, il mux 6 Mediaset è stato riattivato nella mattina del 14 luglio.

Per la Sardegna quindi sul ch 46 è possibile la visione dei seguenti canali: C5+1 - I1+1 - R4+1 - C5HD - I1HD.

  0  
Probabile rapido ritorno del mux 6 nell'isola ?
Inviato da cristian il 12/7/2011 22:03:59

asta_digitale

In seguito, alla gara per l'assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze (regolamento AGCom n.497/10/CONS) sono decadute le autorizzazioni per la sperimentazione di alcune frequenze.


Così i canali trasmessi nel mux Mediaset 6 (dove venivano trasmessi i +1, Canale 5 HD, Italia 1 HD e Boing test) sono stati sospesi.

Alcuni cartelli vengono trasmessi per informare il telespettatore sulla possibilità di ricevere Canale 5 +1 e Italia 1 +1 sul mux Mediaset 5 (CH 42 - 643 MHz)  dove sono stati trasferiti. Per  Boing è sufficiente cercare il canale in quanto era già presente su Mediaset 2 (CH 32 - 562 MHz) .


In realtà in Sardegna, probabilmente rivedremo presto l'intero mux.

Sulla nostra isola infatti il mux risulta regolare, trasmettendo infatti ricordiamo sul CH 46, ad eccezione del resto della penisola dove è presente sul CH 58.
Riteniamo quindi che per quanto ci riguarda la sospensione sia temporanea, dovuta all'interruzione  dei segnali direttamente via satellite.

Inoltre ricordiamo la chiusura del mux sperimentale TIMB4 di Telecom Italia Media con lo spostamento sul TIMB2 (CH 26 - 514 MHz) delle versioni in alta definizione di La7 e La7d.

E' consigliabile pertanto eseguire una nuova sintonia dei canali.

  0  
Italia 2 e modifiche Mediaset
Inviato da cristian il 3/7/2011 17:01:15

italia 2Periodo di novità targate sopratutto Mediaset.
Premesso che in questi casi è sempre fondamentale eseguire una nuova sintonizzazione, come sempre la diversa copertura dei mux e gli spostamenti di alcuni canali potrebbero non soddisfare tutti gli utenti.

E' il caso ad esempio di coloro che seguivano la programmazione posticipata dei canali joy +1, Mya +1, Stel +1. Non saranno più ammessi i ritardatari in poltrona, in quanto i tre canali +1, sono stati eliminati.

Il nuovo canale Mediaset Italia 2, che a giudicare della programmazione dovrebbe essere un forte concorrente di Rai 4, si trova sulla posizione LCN 35 (in precedenza occupata da For You) e viene trasmesso sul mux 1 Rete A (CH65-826MHz).
Su questa frequenza è stato quindi eliminato il canale TG Mediaset che resta invece attivo sul mux Mediaset 4.

Alcuni spostamenti riguardano Hiro che passa dal Mux1 Mediaset (CH50-706MHz) al mux 5 (CH42-643MHz), e  Steel che da DFREE (53-730MHz) si sposta al Mediaset 1 (CH50-706MHz) .

Sono stati eliminati i segnali Premium Serie B 1,2 e 3. Hanno fatto la loro comparsa i canali Premium Comedy (sul mux1) e Premium Crime (su Dfree).
Come intuibile dal nome, il primo è dedicato alla trasmissione di film comici italiani ed internazionali, mentre il secondo a gialli e telefilm polizieschi con la trasmissione di alcune esclusive per l'Italia.

Da segnalare inoltre, l'arrivo sul Timb1 (56-754MHz) dell'emittente in chiaro Canal One prodotta da Switchover Media che ha già realizzato i canali K2, Frisbee e GXT (quest'ultimo a pagamento su Sky).
Anche in questo caso si tratta di un canale che trasmette animazione ed altri programmi destinati ad un pubblico giovane.

Infine segnaliamo la chiusura della prima emittente pay tv erotica presente sul digitale. Glamour Plus ha infatti terminato le trasmissioni. Un comunicato scritto in video già da diversi giorni dava agli abbonati alcune indicazioni su come ottenere il rimborso.

 

 

  3  
Speedy quiz, respinto ricorso di Sardegna 1
Inviato da cristian il 9/6/2011 21:53:33

fonte:http://www.helpconsumatori.it

Recentemente il Consiglio di Stato ha confermato la sanzione che l'Antitrust ha comminato nel 2008 all'emittente locale Sardegna 1 (respingendo il suo ricorso) per la trasmissione televisiva "Speedy quiz". Nel corso della trasmissione una conduttrice televisiva poneva delle semplici domande ai telespettatori e li invitava a rispondere telefonando ai che comparivano sullo schermo.Nel 2008, l'Agcom contestò che, sotto l'apparenza di un telequiz a premi, si pubblicizzava in realtà una vendita di loghi, suonerie e contenuti per cellulari, alla quale era possibile partecipare contattando da rete fissa le numerazioni a sovrapprezzo.

Secondo l'Agcm, inoltre, la trasmissione si differenziava dalle telepromozioni normalmente in onda poiché l'obiettivo promozionale non era di immediata percezione per i telespettatori, in contrasto con il codice del consumo che dispone che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile in quanto tale, per distinguerla dalle altre tipologie di comunicazione senza "finalità commerciali". L'ingannevolezza dei messaggi era costata all'Edil servizi (assegnataria di numeri a sovrapprezzo) e a 3 emittenti (oltre a Sardegna 1 anche Canale 8 e Tele A) una sanzione di 41.100 euro ridotta a 21.100 per Sardegna 1 in relazione alle perdite di bilancio registrate.


  5  
Agcom al via le procedure per l'asta delle frequenze
Inviato da cristian il 20/5/2011 15:29:49

fonte:www.punto-informatico.it
asta_digitale

Roma - L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), ha approvato le procedure per l'assegnazione delle frequenze destinate alla banda larga e alle emittenti televisive digitali.

Si tratta di poco meno di 300 MHz di banda, quelle liberate dal passaggio al digitale terrestre e rese disponibili con la delibera n.127/11/CONS del 23 marzo 2011. Da assegnare sono le bande a 800, 1800, 2000 e 2600 Mhz, mentre i 1800 MHz, oggi usati per il GSM, devono essere ridestinate a LTE e Wimax.

Per quella che rappresenta la più grande asta italiana di questo tipo, l'obiettivo stabilito dalla Legge di stabilità è incassare 2,4 miliardi di euro.

Scopo dell'asta è anche quello di garantire il rispetto da parte di chi si aggiudicherà le frequenze di alcuni obblighi legati alla necessità di abbattere il digital divide e offrire una proposta commercialmente valida agli utenti. Per questo sono state "rese più proporzionali" le condizioni a cui sono legate le pregiate frequenze a 800 MHz delle aree meno densamente popolate. In generale, poi, le aree da coprire sono state suddivise in elenchi associati a ciascun blocco di frequenze in gara e l'aggiudicatario di un blocco dovrà entro cinque anni offrire almeno il 75 percento dei comuni di ciascun elenco, che sono quelli sotto i 3mila abitanti.

Per favorire l'ingresso di nuovi operatori, poi, Agcom ha posto un tetto di banda massima assegnabile a ciascun concorrente pari a 25 MHz compressivi tra le bande a 800 e a 900 MHz. Dei 6 blocchi messi all'asta degli 800 Mhz, gli operatori che hanno già una propria rete (Tim, Vodafone e Wind) potranno aggiudicarsene fino a 3, H3G fino a 4 e un nuovo entrante, quale potrebbe essere PosteMobile, fino a 5.

 

  0  
Sardegna Uno, da mesi i dipendenti sono senza stipendio
Inviato da cristian il 20/5/2011 10:19:13
Televisione

Stato di agitazione per giornalisti e tecnici di Sardegna Uno. Quello che segue è il comunicato stampa diffuso in data 9 maggio 2011

Mazzella non paga gli stipendi a Sardegna 1. I dipendenti non ce la fanno più ad andare avanti

Solo acconti per dicembre, gennaio, febbraio, marzo e aprile: tecnici e giornalisti di Sardegna 1 denunciano pubblicamente l’insolvenza del proprietario dell’emittente, Giorgio Mazzella che, forse distratto dai suoi impegni di imprenditore turistico e di presidente della Banca di Credito Sardo (Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo), non assolve ai suoi obblighi.

Lo stato di crisi dipende certo da fattori esterni (calo generale degli investimenti pubblicitari e sperimentazione del digitale terrestre) ma soprattutto da un’accertata incapacità di gestire un’azienda che richiede professionalità specifiche.

A Sardegna 1 mancano sia il piano industriale che quello editoriale, richiesti più volte dai dipendenti come strumenti per definire una gestione corretta delle iniziative editoriali e le prospettive future dell’azienda.

Tecnici e giornalisti di Sardegna 1 chiedono pertanto l’immediato pagamento del saldo degli stipendi e un incontro urgente con la proprietà, non oltre giovedì 12 maggio. Proclamano fin d’ora lo stato di agitazione con il blocco totale degli straordinari e degli accordi sulla flessibilità del lavoro redazionale, riservandosi nuove e più incisive azioni di lotta a difesa dei posti di lavoro.

Approvato all’unanimità

L’assemblea dei lavoratori di Sardegna 1

SLC-CGIL UILCOM-UIL Associazione Stampa Sarda

Cagliari, 9 maggio 2011

  5  
Calendario Digitale Terrestre nel resto della penisola
Inviato da cristian il 14/4/2011 22:12:24
Televisione

(AGI) - Roma 14 apr. - Il Comitato Nazionale Italia Digitale (composto dai rappresentanti dell'Autorita' per le Garanzie delle Comunicazioni, delle Regioni, delle associazioni di Tv locali e delle emittenti nazionali, dei produttori, distributori e consumatori) ha fissato il nuovo calendario nazionale per il completamento del passaggio alla televisione digitale.

Le operazioni saranno anticipate di sei mesi rispetto alla data ultima precedentemente prevista di fine 2012. Il Calendario 2011/2012 e' cosi' articolato: secondo semestre 2011: Liguria, Toscana. Umbria, provincia di Viterbo, Marche, Abruzzo, Molise; primo semestre 2012: Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia.

  0  
(1) 2 3 4 ... 23 »



Annunci

Cerca frequenza

frequenza

Tv Radio

Login

Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!

Community

Multimedia

Dati Utenti

Utenti registrati:
oggi: 0
ieri: 0
in tutto: 1003
Ultimo: raffles

Utenti online:
visitatori : 8
registrati : 0
Bots : 3
Totale: 11

Lista online [Popup]